Iva, come correggere gli errori  

Scritto da il 14 novembre 2018

Iva, come correggere gli errori

(FOTOGRAMMA)

Pubblicato il: 15/11/2018 10:47

Vi siete resi conto di dover fare qualche correzione nella dichiarazione Iva? È possibile trasmettere un modello TR integrativo entro il termine di scadenza previsto per l’invio della dichiarazione annuale, attualmente il 30 aprile. È quanto chiarisce l’Agenzia delle Entrate con la risoluzione n. 82/E (LEGGI).

In sostanza, anche se la dichiarazione è già stata presentata, è comunque possibile inviare un nuovo modello Iva TR integrativo entro l’ultimo giorno utile per la presentazione della dichiarazione stessa, a patto che non sia modificata la destinazione del credito.

L’Amministrazione ricorda che “i contribuenti hanno la possibilità di ottenere, al ricorrere di determinati requisiti, il rimborso del credito Iva relativo a periodi inferiori all’anno (rimborso infrannuale) o, in alternativa, chiederne l’utilizzo in compensazione” riporta ‘Fisco Oggi’, testata telematica dell’Agenzia delle Entrate. “Le istanze di rimborso e di compensazione delle eccedenze di credito Iva infrannuale, di importo superiore a 2.582,28 euro devono essere presentate telematicamente, entro l’ultimo giorno del mese successivo al trimestre di riferimento, utilizzando il modello Iva TR”.

QUANDO – L’Agenzia precisa poi che l’integrazione/rettifica del modello Iva TR è possibile, entro il 30 aprile, se finalizzata alla “modifica di elementi (quali, ad esempio, la richiesta di esonero dalla produzione della garanzia fideiussoria, l’apposizione del visto di conformità, l’attestazione dei requisiti contributivi e patrimoniali) che non incidono sulla destinazione e/o sull’ammontare del credito infrannuale, sempre che l’eccedenza Iva non sia già stata rimborsata o compensata”.

COME – Infine, si sottolinea che “non è necessario presentare una dichiarazione annuale Iva ‘sostitutiva nei termini’ (gli elementi modificati/integrati, infatti, non incidono sul contenuto della dichiarazione)”; inoltre, “in relazione all’integrazione/correzione degli elementi in esame non si applica alcuna sanzione; tuttavia, qualora si sia proceduto a utilizzare in compensazione il credito infrannuale in presenza di un modello Iva TR privo del visto di conformità (utilizzo improprio del credito) è applicabile la sanzione amministrativa pari al 30% del credito utilizzato, fatta salva la possibilità di ricorso al ravvedimento operoso”.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Continua a leggere

Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background