Dl sicurezza, Conte: “Se necessario porremo la fiducia”  

Scritto da il 19 novembre 2018

Dl sicurezza, Conte: Se necessario porremo la fiducia

(Fotogramma)

Pubblicato il: 20/11/2018 18:34

“Se necessario porremo la fiducia” sul dl sicurezza, ma “al momento non è all’ordine del giorno. Il decreto è in fase avanzata per quanto riguarda l’iter legislativo. E’ il momento di operare una sintesi”. Così il premier Giuseppe Conte, parlando con i giornalisti dopo aver visitato le ville sequestrate al clan Casamonica.

Dal partito di Matteo Salvini, intanto, si getta acqua sul fuoco dopo la fronda di alcuni parlamentari pentastellati che non hanno nascosto critiche al provvedimento. “Più un problema per i Cinque Stelle, che rischiano una crisi al loro interno, che non della Lega” dicono, scommettendo che alla fine, come spiega una fonte parlamentare del Carroccio, l’iter del decreto non corre rischi. Anche perché l’orientamento che prevale è quello di porre in aula alla Camera la questione di fiducia, come già al Senato. “Sappiamo per certo che a un certo punto faranno marcia indietro e che non mancherà alcun voto di fiducia quando si tratterà di metterci la faccia”, spiegano fonti del Carroccio. Avverrà quanto già successo in altri casi – è il ragionamento – sono logiche di coalizione, “anche sul dl bandiera di Di Maio, quello sul lavoro, il dl dignità, c’era chi tra di noi non era d’accordo, ma poi è passato”.

Una sicurezza, quella di arrivare al 3 dicembre con il decreto approvato, che anche stamattina è stata ribadita dallo stesso Matteo Salvini. “Io sono convinto che si approverà perché serve all’Italia”, ha detto il ministro dell’Interno, chiarendo che non ci sono questioni sulla tenuta del governo “perché il problema non si pone, visto che il decreto si approva”.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Continua a leggere

Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background