Terra dei cuori, è polemica su Conte  

Scritto da il 19 novembre 2018

Terra dei cuori, è polemica su Conte

(Afp)

Pubblicato il: 20/11/2018 16:22

Il nome mutuato dall’associazione nata per volontà di Aurora, 11enne che da anni si batte per chi, bambino nella Terra dei fuochi, è malato come lei di tumore. Ma la dichiarazione del presidente del Consiglio Giuseppe Conte, quel “vogliamo trasformare la terra dei fuochi in terra dei cuori” pronunciata nel giorno della firma al protocollo d’intesa sui rifiuti, sta scatenando polemiche a non finire. Nel mirino dei commentatori, campani in maggioranza, quella che in moltissimi hanno visto come una “speculazione orrenda di un dramma che il presidente nemmeno conosce“. Per molti, infatti, “il premier non ha idea di cosa dice, di cosa siano i fuochi e del perché“, ma ugualmente andrebbe “qui in Campania o nel Napoletano a fare lo spottone di governo che non risolverà nulla“. Un attacco sentito dai cittadini al premier, insomma, cui in tanti fanno notare come non basti “cambiare la denominazione sfruttando il nome di un’associazione” per uscire “dall’inferno di rifiuti e camorra” facendo “finta che basti mezzo annuncio per ribaltare magicamente una situazione incancrenita da decenni”.

“Dopo “il decreto lo abbiamo fatto con cuore” e “la manovra è molto bella”, Conte e il governo ci deliziano con una nuova melensa e inutile dichiarazione retorica che non porterà a niente”, puntano il dito, spiegando come “farsi la foto con Arianna, strumentalizzare il nome dell’associazione” senza “conoscere il territorio”, sia solo “pubblicità o poco più”. E così, per alcuni il premier diventa “la candid camera più grande del mondo”, uno che “non sa dove si trova”, “trascinato lì per caso per l’ennesimo spot con sorriso incorporato“, ma “senza cognizione di causa”.

“La Terra dei Fuochi è Terra dei Cuori. Il cancro ai polmoni è una boccata d’aria fresca. I rifugiati con la vita in un sacchetto sono turisti. E mio padre non è morto, semplicemente si diverte un sacco e non gli va di tornare a casa. Che vita meravigliosa”, ironizzano amari, notando come “sono partiti con vaffanculo a tutto, onestà onestà, trasparenza, meritocrazia, uno vale uno e sono arrivati alla manovra del cuore, al progetto del cuore, alla terra del cuore. Ma questi – si chiedono – sono un movimento politico o uno spot pubblicitario? E intanto spread a 320”.

“Avete capito che spostare la pancia un po’ più su distrae la gente dalla sostanza?”, domandano, mentre dalla Campania arriva un messaggio di (solo apparente) speranza e ottimismo: “Piove e la giornata si preannuncia complicata ma siamo comunque felici: ieri siamo stati battezzati “la Terra del cuore”. Dalla Campania per ora è tutto. Buona giornata a tutti voi: con il #GovernoDelCambiamento tutto si trasforma con lo slogan giusto, abbiate fede”.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background