Salvini nel mirino, spuntano manifesti choc  

Pubblicato da in data 20 Novembre 2018

Salvini nel mirino, spuntano manifesti choc

(Foto Facebook Matteo Salvini)

Pubblicato il: 21/11/2018 12:52

Salvini nel mirino. Salvini a testa in giù. Salvini minacciato di morte. Così appare il ministro dell’Interno in alcuni manifesti apparsi nel cagliaritano e condivisi via social dallo stesso Salvini. “FATE PENA!”, tuona il titolare del Viminale su Facebook, annunciando che nei prossimi giorni tornerà in Sardegna “anche alla faccia di chi ci vuole male. Noi andiamo avanti!”. “Chi ha fatto questi volantini è un delinquente”, gli fanno eco gli esponenti del Carroccio in Sardegna, Eugenio Zoffilli e Guido De Martini, manifestando l’intenzione di presentare “denuncia alle forze dell’ordine”.

Non è la prima volta che il leader della Lega è protagonista di un’immagine di protesta. A giugno a Milano un manifesto, poi rimosso, lo ritraeva nei panni di Adolf Hitler con accanto la scritta ‘Hitching a ride’. Lo scorso luglio a Torino, invece, il titolare del Viminale veniva rappresentato con una corda al collo e sotto lo slogan ‘Lega stretto’ mentre a settembre, sempre a Torino, veniva ritratto in un murales a testa in giù. Anche in quel caso Salvini, postando la foto su Twitter, aveva commentato: “Che squallore Quanto odio. Noi rispondiamo con idee, cuore e coraggio, so che siamo in tantissimi, vero?”


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Salvini nel mirino, spuntano manifesti choc  

Pubblicato da in data 20 Novembre 2018

Salvini nel mirino, spuntano manifesti choc

(Foto Facebook Matteo Salvini)

Pubblicato il: 21/11/2018 12:52

Salvini nel mirino. Salvini a testa in giù. Salvini minacciato di morte. Così appare il ministro dell’Interno in alcuni manifesti apparsi nel cagliaritano e condivisi via social dallo stesso Salvini. “FATE PENA!”, tuona il titolare del Viminale su Facebook, annunciando che nei prossimi giorni tornerà in Sardegna “anche alla faccia di chi ci vuole male. Noi andiamo avanti!”. “Chi ha fatto questi volantini è un delinquente”, gli fanno eco gli esponenti del Carroccio in Sardegna, Eugenio Zoffilli e Guido De Martini, manifestando l’intenzione di presentare “denuncia alle forze dell’ordine”.

Non è la prima volta che il leader della Lega è protagonista di un’immagine di protesta. A giugno a Milano un manifesto, poi rimosso, lo ritraeva nei panni di Adolf Hitler con accanto la scritta ‘Hitching a ride’. Lo scorso luglio a Torino, invece, il titolare del Viminale veniva rappresentato con una corda al collo e sotto lo slogan ‘Lega stretto’ mentre a settembre, sempre a Torino, veniva ritratto in un murales a testa in giù. Anche in quel caso Salvini, postando la foto su Twitter, aveva commentato: “Che squallore Quanto odio. Noi rispondiamo con idee, cuore e coraggio, so che siamo in tantissimi, vero?”


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background