Il Premio Oscar Desideri: avventura da sogno lavorare con Bertolucci  

Scritto da il 26 novembre 2018

Desideri: avventura da sogno lavorare con Bertolucci

Bernardo Bertolucci (Fotogramma)

Pubblicato il: 27/11/2018 14:58

Osvaldo Desideri, arredatore premio Oscar dell’Ultimo Imperatore, ricorda con nostalgia e grande rispetto Bernardo Bertolucci. “Era un grande artista e ritengo anche un grande poeta. Era un piacere ascoltarlo” afferma all’Adnkronos raccontando la sua esperienza al fianco del regista scomparso ieri, con il quale ha collaborato sia all’Ultimo Imperatore’ che, molti anni prima, a ‘Il conformista’, tratto dall’omonimo romanzo di Alberto Moravia (1970).

“E’ stata un’avventura da sogno, incredibile, lavorare con lui all”Ultimo Imperatore’, non credo che succederà più. Bernardo apprezzava molto il nostro lavoro – racconta Desideri, che oggi si è recato alla camera ardente in Campidoglio a rendergli omaggio – e, ogni volta che veniva al nostro reparto a Pechino, se per caso non ci trovava, lasciava dei bigliettini per esprimere stima nei nostri confronti”, prosegue sul filo dei ricordi Desideri che ha lavorato in stretto contatto con gli altri due Premi Oscar alla scenografia Ferdinando Scarfiotti e Bruno Cesari, entrambi scomparsi.

Durante i lunghi mesi di lavorazione al colossal Bertolucci è stato “sempre corretto e professionale – prosegue Osvaldo Desideri – io cercavo di seguire il più possibile le sue indicazioni e, se possibile, interpretare i suoi pensieri. E anche se sul set, alle volte era un po’ nervoso, ha creato un clima di serenità, eravamo tutti molto contenti insieme a lui di fare questo film che è rimasto nella storia. Ed è così che abbiamo dato il massimo”.

L’incontro con Bernardo Bertolucci è stato sicuramente folgorante per la sua carriera ma non è stato l’unico grande maestro con cui ha collaborato. Un’altra importantissima esperienza da scenografo è stata con Michelangelo Antonioni con cui ha lavorato a un altro capolavoro della cinematografia italiana ‘Professione Reporter’. “Ho avuto la fortuna di lavorare con due grandi registi Bertolucci e Antonioni – sostiene Desideri – ma devo molto all’insegnamento dello scenografo Walter Patriarca, mio mentore, che ha saputo capire il talento che c’era in me e mi ha fatto andare avanti”.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background