All’Italia presidenza G20 nel 2021 

Scritto da il 30 novembre 2018

All'Italia presidenza G20 nel 2021

(Afp)

Pubblicato il: 01/12/2018 20:28

Sarà l’Italia ad avere la presidenza del G20 nel 2021. Lo annuncia il premier Giuseppe Conte, spiegando al termine del vertice di Buenos Aires: “Ci siamo accordati con il presidente Modi dell’India, su loro richiesta, di cambiare e quindi toccherà a noi la presidenza del G20 nel 2021 e all’India quella nel 2022, anno del 75esimo anniversario dell’indipendenza dell’India”.

Con la Commissione Ue sulla manovra, intanto, “c’è un negoziato in corso” e si stanno compiendo “passi in avanti” e valutando una serie di soluzioni. Con l’Unione europea “siamo sulla medesima barca, bisogna approdare ad una terra ferma”, spiega ancora Conte, che ribadisce come siano “ragionevoli e non azzardate” le previsioni di crescita indicate nella manovra.

Per il premier, nella maggioranza di governo “il clima è di grande coesione di grande concentrazione sul raggiungimento degli obiettivi”, mentre “sono sei mesi che abbiamo posto i cittadini al primo posto”. “Proprio perché siamo responsabili – ha continuato, rispondendo così alle preoccupazioni del presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia – abbiamo compreso prima di altri che questa è la scelta economica che serviva al Paese“.

“La premura espressa dal presidente Boccia – ha affermato Conte – è una premura che il governo che io presiedo ha condiviso tre-quattro mesi fa, allorché ci siamo seduti intorno ad un tavolo, abbiamo valutato e analizzato con molta attenzione e responsabilità i trend per quanto riguarda la crescita del pil e gli altri elementi che compongono i fondamenti di un sistema economico e ci siamo resi conto che ci stavamo avviando verso un processo di stagnazione se non di decrescita e di recessione. Ed è la ragione per cui ci siamo messi intorno ad un tavolo con il ministro dell’Economia e con gli altri ministri, abbiamo deciso di dare questa impostazione alla nostra manovra economica”.

“Proprio perché siamo responsabili – ha ribadito il premier – e ci siamo fatti latori di questa premura abbiamo compreso prima di altri che questa era la ricetta economica che serviva al Paese: dobbiamo crescere. Ed è per questo che abbiamo lavorato alacremente a questa manovra economica ed è per questo che non siamo in difficoltà adesso che la difendiamo, perché questa manovra economica nasce da delle previsioni che si stanno rivelando assolutamente fondate ed è per questo che non siamo in difficoltà nel difenderla”.

Conte ha chiarito poi la sua posizione in merito al Global Compact: “Ritengo più corretto, su un tema che appassiona molto la pubblica opinione, che si svolga un dibattito alla luce del sole, trasparente”. In Parlamento “esprimerò la mia posizione, ho già anticipato che non ho cambiato idea. Le ragioni che mi hanno spinto ad anticipare all’Assemblea generale dell’Onu la mia posizione favorevole per il Global compact non sono cambiate”.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background