“Non respiro”, poi il rumore di una sega  

Pubblicato da in data 9 Dicembre 2018

Non respiro, le ultime parole di Khashoggi

(Foto Afp)

Pubblicato il: 10/12/2018 08:15

Non riesco a respirare“. Sono state queste le ultime parole pronunciate da Jamal Khashoggi secondo una fonte informata delle indagini sull’omicidio del giornalista saudita. La fonte, che ha letto una trascrizione di una registrazione audio degli ultimi dolorosi momenti di Khashoggi, – riferisce la Cnn – ha riferito come sia chiaro che l’omicidio del 2 ottobre sia stata l’esecuzione di un piano premeditato per eliminare il giornalista e non la conseguenza non voluta di un tentativo di sequestro improvvisato. La fonte descrive Khashoggi che lotta contro un gruppo di persone decise a ucciderlo: “Non riesco a respirare”, ripete più volte il reporter.

La trascrizione rileva i suoni del corpo di Khashoggi mentre viene smembrato da una sega, mentre ai presunti colpevoli viene consigliato di ascoltare musica per non sentire i rumori. E, secondo la fonte, la trascrizione suggerisce che siano state fatte una serie di telefonate, in cui si parla dei progressi dell’operazione. Funzionari turchi ritengono che siano state fatte telefonate a figure di alto livello a Riyadh.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background