Hezbollah, cos’è  

Pubblicato da in data 10 Dicembre 2018

Hezbollah, cos'è

Immagine di repertorio (Fotogramma/Ipa)

Pubblicato il: 11/12/2018 19:31

Hezbollah, il “Partito di Dio” del sayyid Hasan Nasrallah, è un movimento politico e militare sciita libanese, che in alcune zone del Libano è attivo anche in campo sociale. Nato con l’aiuto iraniano nel giugno del 1982 come forza di resistenza all’occupazione israeliana (1978-2000), ha partecipato per la prima volta nel 1992 alle elezioni politiche. Hezbollah, sostenuto storicamente anche dalla Siria, è un partito rappresentato in Parlamento e nel governo.

Salvini: “Hezbollah terroristi”. Imbarazzo della Difesa

Nelle ultime elezioni parlamentari libanesi del 6 maggio, Hezbollah ha rivendicato la “vittoria politica della resistenza” insieme ai suoi alleati. La sua propaganda passa dalla tv al-Manar (‘Il Faro’).

Hezbollah si è legittimato come movimento di resistenza armato contro l’occupazione israeliana, ma negli ultimi anni fa i conti con un calo di consensi e popolarità dovuto sia ai 34 sanguinosi giorni di guerra del 2006, innescata da un attacco oltre confine contro Israele, sia al coinvolgimento del suo braccio armato nel conflitto in Siria al fianco delle truppe del presidente Bashar al-Assad.

Nel marzo del 2016 la Lega Araba ha dichiarato Hezbollah “organizzazione terroristica”, dopo che il Consiglio di Cooperazione del Golfo (Ccg) aveva fatto lo stesso con la milizia del movimento sciita. L’ala paramilitare di Hezbollah è stata inserita nella lista nera dei gruppi terroristici dell’Unione Europea nel luglio del 2013, per gli Stati Uniti, ma anche per Canada e Australia, tra gli altri, l’intero movimento è un'”organizzazione terroristica”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background