Filetto e Schioppettino, alla fine Conte paga per tutti 

Pubblicato da in data 12 Dicembre 2018

Filetto e Schioppettino, alla fine Conte paga per tutti

(Foto Adnkronos)

Pubblicato il: 13/12/2018 13:06

Antipasto con insalata di cuore di carciofi e polpo patate e menta, accompagnato da focaccia cotta al forno a legna. Niente primi ma solo secondi, con tagliata di filetto danese e calamari alla griglia con cicoria e broccoletti ripassati. Il tutto innaffiato da un rosso Schioppettino. Questo il menu della cena post Juncker tra il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e i vicepremier Luigi Di Maio e Matteo Salvini al ristorante ‘Arancio d’oro’, a pochi passi da Piazza di Spagna.

Ieri sera, rientrato da Bruxelles Conte è uscito a piedi da Palazzo Chigi insieme ai due ‘azionisti’ del governo per andare a cena nel ristorante romano, dove l”avvocato del popolo’ è di casa. Nonostante il braccio di ferro con i vertici europei sui numeri del deficit, “erano tutti abbastanza rilassati e il clima mi è sembrato disteso – racconta all’Adnkronos Luigi, proprietario del locale -. Conte è un nostro cliente fisso, ha portato lui Di Maio e Salvini”. Al termine della cena “c’è stata una gara a pagare il conto. Tutti volevano pagare ma alla fine il conto l’ha saldato il premier e Di Maio e Salvini l’hanno ringraziato”, dice ancora il gestore. Conte, spiega, “ha mangiato poco perché qualcosa già aveva mangiato in aereo di ritorno da Bruxelles”. Ma tutti “hanno apprezzato la cena e sono rimasti soddisfatti. Non hanno sprecato nulla…”. “Contento” anche Salvini, che ha ordinato calamari e puntarelle. Non poteva mancare il vino nella cena del ‘tridente’ di governo. “Hanno ordinato un rosso Schioppettino”, conclude Luigi.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background