Imputazione coatta per broker di De Benedetti  

Pubblicato da in data 16 Dicembre 2018

Imputazione coatta per broker di De Benedetti

(Fotogramma)

Pubblicato il: 17/12/2018 15:07

Imputazione coatta per il broker Gianluca Bolengo, a cui al telefono, il 16 gennaio 2015, Carlo De Benedetti disse di aver saputo da Matteo Renzi che il decreto sulle banche popolari sarebbe passato a breve e che per conto dell’imprenditore investì 5 milioni in azioni delle Popolari. Un’operazione che fece guadagnare a De Benedetti circa 600mila euro in seguito all’approvazione della riforma. Lo ha deciso il gip di Roma che ha rigettato la richiesta di archiviazione della Procura.

L’accusa per Bolengo è di ostacolo alle funzioni di vigilanza. Per il giudice, dagli esami degli atti emergono “logici elementi convergenti” in merito alla “consapevolezza di Bolengo di trovarsi dinnanzi all’obbligo di dover comunicare” l’operazione finanziaria “come sospetta alla Consob”. Già lo scorso marzo il gip aveva respinto la richiesta di archiviazione per il broker di Intermonte Sim spa ordinando invece un supplemento di indagini.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background