“Koulibaly è mio fratello, basta razzismo”  

Pubblicato da in data 28 Dicembre 2018

Koulibaly è mio fratello, basta razzismo

Immagine di repertorio (Fotogramma/Ipa)

Pubblicato il: 29/12/2018 18:04

“Koulibaly è mio fratello, giochiamo insieme in Nazionale, le cose che devo dirgli gliele dico al telefono personalmente. Queste cose non possono succedere al giorno d’oggi, il calcio è bello non bisogna fare cose cattive né insultarsi”. Lo dice l’interista Keita Baldé tornando, ai microfoni di Sky, sui cori razzisti dei tifosi nerazzurri contro il suo connazionale durante la sfida contro il Napoli. “Il calcio è per godere, è una speranza, per dare una gioia anche ai bambini. Dobbiamo migliorarci tutti insieme per fare un mondo migliore”, aggiunge il giocatore dell’Inter, che oggi ha firmato con un gol la vittoria dei suoi contro l’Empoli.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background