Banche: avv. Bisagna, pronti a querelare Lannutti per istigazione a odio razziale  

Scritto da il 22 gennaio 2019

Avv. Bisagna: Lannutti va querelato per istigazione odio razziale

L’avv. Giorgio Bisagna

Pubblicato il: 23/01/2019 12:57

“L’Olocausto è una realtà storica figlia dell’antisemitismo, di cui i “Protocolli dei savi di Sion costituiscono uno dei presupposti legittimanti. Per questo motivo, la nostra associazione sta lavorando per valutare la presentazione di una denuncia nei confronti del senatore Elio Lannutti per istigazione all’odio razziale”. Ad annunciarlo all’Adnkronos è l’avvocato Giorgio Bisagna, alla guida di Adduma, l’associazione di avvocati che si occupano di diritti umani. “Salvo che il fatto costituisca più grave reato, anche ai fini dell’attuazione della disposizione dell’articolo 4 della convenzione, è punito: A) con la reclusione sino a tre anni chi diffonde in qualsiasi modo idee fondate sulla superiorità o sull’odio razziale o etnico (…)”, ricorda l’avvocato Bisagna. “Che un senatore della Repubblica Italiana, condivida le tesi, chiaramente antisemite, del libello “farlocco”, non può essere né tollerato, né sottovalutato”, spiega Bisagna.

“I protocolli dei Savi di Sion, la prima fake news della storia contemporanea. Propagandarla istiga all’antisemitismo – avverte Bisagna -Il senatore del M5S Elio Lannutti, in un suo tweet, ha richiamato i “protocolli dei Savi di Sion”, per denunciare lo strapotere delle banche. Occorre ricordare, ancora una volta, come “i protocolli dei Savi di Sion” siano una delle prime “bufale” del 900. Si tratta di un libello, creato dalla polizia zarista, che descrive il “complotto” di una super potente lobby ebraica, per assumere il potere mondiale, unitamente alla massoneria, attraverso il controllo del potere finanziario”.

“La fake news fu quasi subito smascherata, ma, come è noto, ampiamente usata dalla propaganda nazista, per sostenere il piano di sterminio degli ebrei – ricorda ancora Bisagna -E’ anche un “must” della “complottologia” neonazista e razzista contemporanea, e, guarda caso, riaffiora prepotentemente, in siti e pagine social specializzati in “complotti”, razzismo e antisemitismo assortiti”.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background