Corruzione, Saguto: “I miei maestri furono Falcone e Borsellino”  

Scritto da il 19 febbraio 2019

Corruzione, Saguto: I miei maestri furono Falcone e Borsellino

(Foto AdnKronos)

Pubblicato il: 20/02/2019 12:04

“La mia carriera in magistratura nasce nel 1981 e ho avuto tra i miei maestri magistrati come Paolo Borsellino, Giovanni Falcone e Rocco Chinnici. In quegli anni eravamo in piena guerra di mafia”. Inizia così la deposizione, che si annuncia molto lunga, della giudice Silvana Saguto, l’ex Presidente delle Misure di Prevenzione del Tribunale di Palermo, sotto processo per associazione a delinquere, corruzione per atto contrario ai doveri di ufficio, induzione a dare o promettere utilità, abuso d’ufficio. L’accusa è rappresentata dai pm Maurizio Bonaccorso e Claudia Pasciuti. Secondo la Procura avrebbe guidato una sorta di ‘cerchio magico’ per l’amministrazione dei beni giudiziari.

“Come prima funzione sono andata a Trapani – dice Saguto rispondendo alle domande del suo difensore, Ninni Reina – Per una sorta di destino, ho fatto misure di prevenzione dal primo minuto in cui sono entrata in magistratura. Si capì subito che il modo di attaccare la mafia era quello di attaccare i patrimoni. Non vorrei per nulla sminuire la lotta alla mafia, ma posso, in base alla mia esperienza, che i mafiosi odiano perdere i loro patrimoni”.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background