Premio della Fondazione Bracco riporterà in Italia giovani ricercatori  

Scritto da il 22 febbraio 2019

Premio della Fondazione Bracco riporterà in Italia giovani ricercatori

(Fotogramma/Ipa)

Pubblicato il: 23/02/2019 11:34

Un premio di Fondazione Bracco riporterà in Italia giovani ricercatori. Per celebrare la memoria del grande scienziato Ernst Felder, che come capo della ricerca del Gruppo Bracco ha scoperto lo Iopamidolo (un mezzo di contrasto non ionico che ha rivoluzionato la diagnostica per immagini a livello mondiale), Fondazione Bracco e Bracco Imaging hanno infatti deciso di stanziare un milione di euro. Il progetto, che nasce con la collaborazione del Politecnico di Milano e della Fondazione Politecnico di Milano, verrà presentato lunedì 25 febbraio, alle ore 11, nell’Aula Magna del Politecnico di Milano.

Tre gli obiettivi principali del progetto: far rientrare in Italia un ricercatore o ricercatrice di talento attraverso una Call internazionale per realizzare un progetto nel settore della microfluidica in campo farmaceutico; favorire la nascita nel nostro Paese di un centro di eccellenza che diventi un polo di attrazione per giovani esperti di queste tematiche; generare nuova conoscenza consolidando il rapporto tra imprese e mondo accademico.

Il progetto di ricerca sarà illustrato, alla presenza di Eduard Felder figlio del grande ricercatore, da Ferruccio Resta, Rettore Politecnico di Milano, Diana Bracco, Presidente Fondazione Bracco e del Gruppo Bracco, Gianantonio Magnani, Presidente Fondazione Politecnico di Milano, Gaela Bernini, Segretario generale Fondazione Bracco e Maurizio Masi, Responsabile scientifico del Premio Ernst Felder e Direttore Dipartimento di Chimica, Materiali e Ingegneria Chimica ‘Giulio Natta’ del Politecnico di Milano. Al termine degli interventi sarà, inoltre, firmato l’accordo di collaborazione.

“Iniziative come questa si pongono in sintonia con l’impegno dell’amministrazione comunale, avviato già negli anni scorsi, per favorire il rientro in Italia di giovani talenti, i cosiddetti ‘cervelli in fuga’, e in Italia sviluppino il proprio progetto imprenditoriale o la propria azione di ricerca” ha detto all’Adnkronos Cristina Tajani, assessore alle Politiche del lavoro. “Sicuramente – ha sottolineato Tajani – questo premio rappresenta uno strumento in più che offriamo ai nostri giovani talentuosi affinché tornino in Italia e qui trovino le condizioni per sviluppare i propri progetti”.

Apprezzamento “per il prezioso lavoro” svolto quotidianamente “nonché per le numerose ed eccellenti attività portate avanti” dalla Fondazione Bracco “nel campo della cultura e della scienza” ha espresso la ministra della Salute, Giulia Grillo. Il progetto, ha sottolineato, “rappresenta una chiara espressione” dell’impegno della Fondazione.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background