Al Senato urla e gestacci tra bunga bunga e manette  

Pubblicato da in data 20 Marzo 2019

Al Senato urla e gestacci tra bunga bunga e manette

Immagine d’archivio (Fotogramma)

Pubblicato il: 21/03/2019 15:41

Tensione in aula a palazzo Madama durante le dichiarazioni di voto sulle mozioni di sfiducia al ministro Danilo Toninelli sulla Tav. A parlare è il senatore Biasutti (Fi): ironizza sul titolare delle Infrastrutture che guarda il cellulare e dice “vada su Google e digiti il suo nome, vedrà cosa esce…”. A quel punto dai banchi M5S è Alberto Airola che interviene a difesa del ministro, rintuzzando il collega azzurro e incoraggiandolo ad andare lui su Google per trovare “bunga bunga”.

In aula si scatenano le urla tra gruppi contrapposti, la presidente Casellati censura prima Airola e poi si trova costretta a censurare anche Francesco Giro (Fi), che fa il gesto delle manette. “A nessuno è consentito fare il gesto delle manette in quest’aula”, dice Casellati.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background