Fake news: Cricenti, ‘ecco come le false notizie inquinano la democrazia’  

Pubblicato da in data 21 Marzo 2019

Cricenti: Ecco come le fake news inquinano la democrazia

Pubblicato il: 22/03/2019 12:57

Le fake news, “sono oggi uno strumento di potere in grado di condizionare l’opinione pubblica su scelte importanti. Notizie che facendo apparire la realtà diversa da com’è ‘inquinano la democrazia’”. Giuseppe Cricenti, magistrato e docente di diritto civile, parla così all’Adnkronos del suo libro ‘Non è vero ma ci credo: come le fake news inquinano la democrazia’ (edito da Armando Editore), scritto a quattro mani con l’avvocato Fernando Gallone.

Il volume non si sofferma soltanto sull’analisi di un fenomeno che ormai ha pervaso diversi ambiti, dalla scienza alla politica, ma intende lanciare proposte per neutralizzare la diffusione sempre più consistente delle ‘false notizie’. “Tra le proposte indicate per arginare il fenomeno – se non riusciamo proprio ad annullarlo almeno proviamo a contenerlo – c’è per esempio il modello tedesco: la normativa in Germania prevede pesanti sanzioni per un account falso che diffonde notizie non vere in grado di incidere prepotentemente su una procedura democratica, come per esempio le elezioni politiche”, sottolinea Cricenti.

Insomma, un libro di grande attualità, già in libreria. La prefazione è affidata a Stefano Folli che dice: “Il maggior produttore di fake news, in ogni tempo della storia, è il potere. Il potere in ogni sua espressione, ma innanzitutto il potere politico: falsità e manipolazioni sono spesso sue figlie legittime”. Dopo la presentazione ieri nella sede del Partito Radicale a Roma, i due autori hanno in programma altri eventi per promuovere la loro opera e aprire il dibattito sul contenuto.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background