Russiagate, rapporto Muller ‘assolve’ Trump  

Scritto da il 23 marzo 2019

Nessuna collusione tra Russia e campagna Trump

(Afp)

Pubblicato il: 24/03/2019 21:13

Il consigliere speciale Robert Mueller non ha trovato alcuna prova che dimostri che qualsiasi cittadino americano o funzionario della campagna Trump ha consapevolmente cospirato con la Russia in vista delle elezioni per la Casa Bianca del novembre 2016. E’ quanto dice il procuratore generale William Barr in una lettera inviata al Congresso.

Nel suo rapporto, Mueller afferma che mentre non si arriva alla conclusione che il presidente ha commesso un reato, neanche lo “esonera” dall’accusa di ostruzione alla giustizia, si legge nella lettera che Barr ha inviato al Congresso. Mueller non è arrivato ad alcuna conclusione sulla possibile ostruzione alla giustizia di cui si sarebbe reso responsabile il presidente Donald Trump, ma non ha trovato alcuna prova di collusione con la Russia, sostiene Barr nella lettera di quattro pagine. Il procuratore generale, insieme al suo vice Rod Rosenstein, “ha concluso che le prove emerse durante l’indagine del consigliere speciale non sono sufficienti per stabilire che il presidente abbia commesso il reato di ostruzione alla giustizia”.

Quanto alle operazioni di hackeraggio russo, con la pubblicazione delle email di Hillary Clinton, il rapporto afferma: “Il consigliere speciale non ha trovato che la campagna di Trump o chiunque ad essa associato abbia cospirato o si sia coordinato con il governo russo in questi sforzi, nonostante molteplici offerte da individui affiliati ai russi di assistere la campagna di Trump”. La lettera di Barr al Congresso, con una sintesi delle “conclusioni principali” del rapporto, è arrivata due giorni dopo la consegna di Mueller del suo lavoro che resta segreto.

Le conclusioni del rapporto Mueller sono “una totale e completa assoluzione del presidente degli Stati Uniti“. E’ quanto si legge in un tweet della Casa Bianca, nel quale si sottolinea che “il consigliere speciale non ha rilevato alcuna collusione e non ha trovato alcuna ostruzione: il procuratore generale William Barr e il suo vice Rod Rosenstein hanno stabilito ulteriormente che non c’è stata ostruzione”.

Su Twitter arriva poi il commento dello stesso Trump: “No collusione, no ostruzione, completa e totale assoluzione. Manteniamo l’America grande“. Il presidente interviene anche parlando dalla Florida: “E’ una vergogna che il nostro Paese abbia dovuto sopportare tutto questo. A essere onesti è una vergogna che il vostro presidente abbia dovuto sopportare tutto questo”.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Continua a leggere

Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background