Borsa: listini europei in rosso, a Piazza Affari svetta Campari/Il Punto  

Scritto da il 24 marzo 2019

Listini europei in rosso, a Piazza Affari svetta Campari

Pubblicato il: 25/03/2019 18:21

Le indicazioni arrivate dall’indice Ifo permettono ai listini europei di contenere le perdite nella prima seduta della settimana. Il sondaggio condotto tra circa 7 mila operatori tedeschi nel mese di marzo ha evidenziato un rialzo a 99,6 punti, contro i 98,7 della precedente rilevazione e del consenso.

A Piazza Affari, dove il Ftse Mib ha terminato a 21.059,60 punti (-0,09%), la performance migliore è stata registrata da Campari, salita del 3,19% grazie alla raccomandazione di acquisto arrivata dagli analisti di Goldman Sachs. Acquisti anche su Fiat Chrysler (+2,02%) ancora in scia dei rumor su possibili aggregazioni: dopo le voci relative Psa, oggi è la stata la volta del presunto interesse a un matrimonio con gruppi coreani e cinesi.

Nel comparto bancario, Intesa Sanpaolo ha lasciato sul campo lo 0,35%, Banco BPM l’1,37 e Bper lo 0,41 per cento. Di poco sopra la parità UniCredit (+0,14%): secondo quanto contenuto nella “Lettera al risparmiatore” de Il Sole 24 Ore, il margine di intermediazione, sceso dell’1,1% a 19,7 miliardi nel 2018, quest’anno è atteso a 19,8 miliardi. Nel comparto assicurativo, -0,06% di Generali, che avrebbe presentato un’offerta per le attività assicurative in Sud America di BBVA.

Rosso di un quarto di punto percentuale per il titolo Enel, che questa mattina ha toccato il livello massimo dal 2008 a 5,698 euro, e +1,15% per Terna che, a 5,614 euro, ha invece fatto segnare un nuovo massimo storico. Restando nel comparto delle utilities, -1,38% per Acea, penalizzata dall’indiscrezione relativa le indagini che coinvolgerebbero l’Ad Stefano Donnarumma nell’ambito dell’inchiesta sullo stadio della Roma (-0,7%). Nel giorno del debutto, +1,88% per CrowdFundMe.

Sul mercato obbligazionario, spread in rialzo dell’1,6% a 252 punti base mentre sul mercato delle valute l’eurodollaro passa di mano a 1,1313, +0,12% sul dato precedente. Avvio di settimana in sostanziale parità anche per il Brent, a 66,75 dollari il barile. (in collaborazione con money.it)


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background