Tacconi: “Non ci sono più aggettivi per questa Juve”   

Scritto da il 19 aprile 2019

Tacconi: Non ci sono più aggettivi per questa Juve

(Afp)

Pubblicato il: 20/04/2019 20:31

“La Juventus hanno fatto male a mandarla in B, adesso non ce n’è per nessuno, non guardano in faccia nessuno, non regalano niente. E’ tutta una rivincita su quanto successo”. E’ il pensiero dell’ex portiere della Juventus, Stefano Tacconi, che all’Adnkronos ha commentato l’ottavo scudetto consecutivo dei bianconeri.

Non ci sono più aggettivi per definire questa Juventus, Agnelli sta provando in tutti i modi per fare un campionato di livello europeo per non vedere in alcuni tornei distacchi di 20 punti (vedi Italia, Spagna e Francia ndr). Ormai il calcio è veramente brutto da vedere a parte le prime 2-3 di ogni campionato, secondo me si può fare un campionato europeo a grande livello con promozioni e retrocessioni –prosegue l’ex bianconero- Paragoni con Juve del passato? Il calcio di oggi è poco bello, con pochi campioni. Un campionato che si adatta a prestiti, comproprietà visto che i soldi non ci sono. Abbiamo visto squadre retrocedere con debiti assurdi”.

E sul quinto scudetto di fila di Allegri conclude: “Nel calcio di oggi è anche più facile allenare. Coi giocatori che ha la Juventus può vincere per altri 5 anni di fila, con 2 innesti mirati a stagione può andare avanti a lungo, altre squadre invece devono cambiare 15 giocatori ma così facendo vincere subito diventa veramente difficile”.


Le opinioni dei lettori

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile agli altri utenti. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'asterisco *


Continua a leggere

Articolo Precedente

Sabato


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background