Domenica bestiale  

Pubblicato da in data 10 Maggio 2019

Domenica bestiale

(Fotogramma)

Pubblicato il: 11/05/2019 11:38

Pioggia, vento e temporali. Sarà davvero una domenica nera quella di domani, condizionata da un insidioso ciclone scandinavo pronto a stravolgere il tempo sul nostro Paese. L’Italia si sveglierà con un cielo imbronciato e minaccioso in particolare sulle regioni del Nord Est, gran parte del Centro fino alle aree del basso Tirreno bagnate da forti piogge, rovesci e numerosi temporali anche grandinigeni. I venti freddi sopraggiunti nel corso della notte, fanno sapere gli esperti di ‘IlMeteo.it’, daranno luogo a intensi contrasti con il rischio di forti nubifragi nella prima parte del giorno sulle coste adriatiche del Centro.

In seguito, continueremo a rimanere sotto il dominio di un vortice di bassa pressione formatosi nel corso della giornata, il quale porterà ancora tanta pioggia fino a sera con una situazione fortemente perturbata sui settori meridionali della Romagna e sul nord delle Marche dove il brutto tempo scatenerà la sua energia con intensi rovesci, nubifragi e rischio di improvvisi allagamenti. Le temperature faranno registrare un brusco crollo. Farà davvero freddo per il periodo tant’è che ci sarà spazio a bianche sorprese con il ritorno della neve sull’arco alpino orientale intorno ai 1100-1200 metri, dunque a quote davvero insolite per la stagione e con i fiocchi bianchi che potranno visitare le aree intorno a Cortina. Ma anche l’Appennino settentrionale sarà imbiancato da alcune nevicate intorno ai 1300-1400 m.

In seguito il tempo perturbato continuerà a colpire molte settori d’Italia come il resto del Nord Est, il Centro e ancora la fascia del basso Tirreno. Ci saranno invece alcuni angoli del Paese dove si potrà godere di una maggior tranquillità atmosferica e anche di qualche timido sprazzo di sole. Come le regioni del Nord Ovest, specie il Piemonte, ma anche ampie aree della Sardegna e gran parte delle Sicilia. Su queste zone, per altro, il clima si manterrà meno rigido. I venti, invece, soffieranno impetuosi dai quadranti settentrionali provocando un generale aumento del moto ondoso in particolare sui mari circostanti la Sardegna.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Leggi altri articoli

Traccia corrente

Titolo

Artista

Background