Austria nella bufera  

Pubblicato da in data 17 Maggio 2019

Kurz rompe col vice

Sebastian Kurz, (IPA/Fotogramma)

Pubblicato il: 18/05/2019 09:53

Il cancelliere austriaco Sebastian Kurz ha escluso ogni ulteriore collaborazione con il vice cancelliere Heinz-Christian Strache, dopo che questi è apparso in un video in cui appare promettere ricchi contratti ad oligarchi russi in cambio di donazioni per il suo partito. E’ quanto ha appreso l’agenzia stampa Dpa.

Non è chiaro se ciò significhi la rottura della coalizione di governo fra il partito popolare di Kurz e il partito populista di estrema destra Fpoe o soltanto le dimissioni di Strache da vice cancelliere.

Lo scandalo è scoppiato venerdì sera a causa di un video diffuso da due media tedeschi, il magazine ‘Der Spiegel’ e il quotidiano ‘Sueddeutsche Zeitung’. Le immagini si riferiscono ad un incontro segreto avvenuto a Ibiza fra Strache e una donna che fingeva di essere la nipote di un oligarca russo e si diceva pronta ad investire 250 milioni di euro per la realizzazione di infrastrutture in Austria. Il colloquio sarebbe avvenuto nel luglio 2017, tre mesi prima delle elezioni grazie alle quali il Fpoe è entrato al governo.

Non è chiaro chi abbia organizzato l’apparente trappola e chi abbia registrato di nascosto le sei ore dell’incontro. Dal video appare che Strache spieghi alla donna come sia possibile fare donazioni al suo partito tramite alcune organizzazioni non profit. Inoltre si sente Strache suggerire che la compagnia russa potrebbe prendersi tutti i contratti sinora concessi alla Strabag, la maggior compagnia austriaca di costruzioni. Il futuro vice cancelliere suggerisce anche alla donna l’acquisto del maggior quotidiano austriaco, il ‘Kroner Zeitung’, perché sostenga il Fpoe in campagna elettorale. In questa operazione, afferma Strache, bisognerà sostituire qualche giornalista: “Ne porteremo cinque nuovi, questo è l’accordo”.

L’incontro era stato organizzato da un esponente politico del Fpoe, Johann Gudenus, che ha studiato in Russia e fa parte dell’associazione di amicizia austro-russa. Interrogati dai due media tedeschi, sia Strache che Gudenus hanno ammesso l’incontro. In una dichiarazione scritta, Strache ha affermato di aver detto alla donna che le leggi austriache vanno rispettate. Ciò viene confermato dalla registrazione, scrive Der Spiegel. Il leader dell’Fpoe definisce inoltre l’incontro “strettamente privato” e afferma che è avvenuto “in una atmosfera casual e rilassata di vacanza con allegre bevute”. Ora la leader dell’opposizione socialdemocratica Pamela Rendi Wagner ha chiesto le dimissioni di Strache.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background