Usa: Washington vuole i ‘vigilantes’ contro il parcheggio selvaggio  

Pubblicato da in data 19 Maggio 2019

Washington Dc vuole i 'vigilantes' del traffico

foto

Pubblicato il: 20/05/2019 13:04

Anche Washington deve fare i conti con il problema del parcheggio selvaggio. E per affrontarlo il District of Columbia, cioè il distretto della capitale americana, sta pensando di dare ad 80 cittadini la possibilità di fare multe alle auto in sosta vietata, all’altezza degli incroci, sulle piste ciclabili o alle fermate degli autobus. Un piccolo esercito di ‘vigilantes’, 10 per ogni quartiere della capitale che potranno denunciare le infrazioni e documentarle con le foto, spiega Charles Allen, uno dei consiglieri comunali che ha presentato la proposta dei “resident enforcer”, una sorta di ‘cittadini tutori dell’ordine’.

In altre città americane hanno adottato programmi simili di responsabilizzazione della cittadinanza, che però fanno storcere il naso a chi ritiene che l’idea di “citizen cop”, cioè poliziotti cittadini, sia la ricetta per un disastro, aprendo la strada a favoritismi e discriminazioni nella gestione delle multe per parcheggio. “L’idea di vigilantes del traffico è una cattiva idea, è meglio lasciare la cosa in mano a professionisti” dichiara l’avvocato David Tompkins, spiegando che in questo caso si rischia che qualcuno possa mettersi a “fare un sacco di multe” a chi gli sta antipatico.

Per contro, molti a Washington sono entusiasti dell’idea, soprattutto chi si muove in bicicletta e trova spesso le ciclabili bloccate da auto parcheggiate. Se si chiama la polizia qualcuno si presenta dopo un’ora e l’auto è andata via, lamentano i ciclisti dalla capitale che inviano centinaia di foto di auto parcheggiate in modo irregolare che bloccano ciclabili ed incroci.

“E’ positivo che un membro del Consiglio sta cercando soluzioni innovative per affrontare questo problema, dobbiamo impedire alle persone di continuare a parcheggiare sulle ciclabili e sulle strisce pedonali”, dichiarata Robert Gardner, direttore della Washington Area Bicyclist Association.

Lo scorso anno New York ha adottato un sistema che premia i cittadini che denunciano le auto parcheggiate con il motore acceso, cosa proibita. A chi invia foto e video che dimostrano la violazione, viene assicurato il 25% delle multe provocate dalla loro segnalazione.

Mentre a Malibu, nell’area di Los Angeles, 18 partecipanti al Volunteers on Patrol, programma di addestramento di privati cittadini per aiutare la polizia sul fronte dei parcheggi, lo scorso hanno fatto oltre 9mila multe in oltre 7500 ore di pattuglie. Un contributo inestimabile, sottolineano dalla polizia locale, perché “in quelle ore gli agenti di polizia hanno potuto difendere la sicurezza pubblica, dare la caccia ai criminali e mantenere la sicurezza nelle strade”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background