Roma: Centocelle fa rete col territorio, il 26 maggio è CentoCellule  

Pubblicato da in data 20 Maggio 2019

Centocelle fa rete, il 26 maggio è 'CentoCellule'

Pubblicato il: 21/05/2019 11:10

di Stefania Marignetti

Tu scendi per le strade di Centocelle, loro aprono le serrande a giochi, musica, laboratori e degustazioni. Anche se è domenica. Perché l’obiettivo è fare rete, creando un legame fra le attività presenti nel quartiere e il territorio, divertirsi e fare cultura insieme. E’ l’invito di negozianti, ristoratori, artigiani del quartiere romano di Centocelle che negli ultimi tempi sta vivendo un’importante rinascita culturale senza dimenticare la sua storia, che è quella della borgata. L’appuntamento con “CentoCellule” è per domenica 26 maggio, il programma è in divenire (per la lista completa CentoCellule ha la sua pagina Facebook) ma sono già tante le iniziative organizzate dalla rete a cui hanno aderito, per il momento, 27 realtà.

Cosa si potrà fare? Imparare l’arte della vetrofusione, della ceramica o a ricamare; partecipare a un ‘pranzo vitaminico’; farsi da soli un maglietta, dalla grafica al ricamo fino alla serigrafia, nel ‘triangolo delle autoproduzioni’ (Dystopia store – Ostile Serigrafia Ribelle – Fhate Off ); godersi esibizioni musicali dal vivo, visitare una mostra, concedersi una degustazione di fritti a ritmo jazz. O partecipare alla caccia al tesoro, in bicicletta o a piedi, organizzata da Centocicli: si parte dal ‘bike shop’ e si arriva a La Pecora Elettrica, la libreria-bistrot del quartiere, data alle fiamme il 25 aprile e attorno alla quale si è stretta la gente del quartiere (e non solo) in una catena di solidarietà. Tra gli organizzatori dell’iniziativa, per l’occasione proporrà una vendita di ‘libri affumicati’.

La riscossa dell’artigianato: a Centocelle si stanno moltiplicando botteghe in cui rivivono antichi mestieri e il 26 maggio sarà possibile vederli esibirsi ‘live’, proprio come i musicisti. Ma sarà anche possibile cimentarsi con i loro strumenti partecipando a dimostrazioni e minicorsi. Tra questi, il corso di vetrofusione organizzato da DiVetro, “dai 10 ai 109 anni”; quello di ceramica per adulti e bambini dell’associazione culturale L’arte Perfetta; e si potrà imparare a creare un foglio di carta al Fad Burger and Bistrot. E poi spettacoli, magia, giochi per bambini, aperitivi, possibilità di incontrare i produttori. Per tutto il giorno sarà anche possibile visitare la mostra di Star Wars Episodio IV, con illustrazioni a cura di ZeroCalcare e Nova, per This Is Not A Love Song.

Le ‘cellule’ sono queste nuove realtà che a Centocelle si stanno moltiplicando. Non solo i laboratori degli artigiani ma tanti luoghi diversi che innovano o riscoprono la tradizione, tutti uniti – però – dalla voglia di fare rete con il territorio: tra queste, Shāh māt che ha ricreato l’idea antica di osteria ed è diventata un punto di riferimento per gli artisti del quartiere, ospita almeno quattro concerti al mese; La Città Perduta è un board game cafè, ovvero l’unione di ludoteca, pub e negozio, dove i giochi sono veicolo di socialità e le partite accompagnate da una scelta accurata di cibo e bevande; Bancolibri Sulla Strada è la libreria indipendente con due anime, quella che entra in contatto con i ragazzi, le famiglie e le scuole della zona attraverso la compravendita dello scolastico usato, e l’altra che anima il dibattito culturale attraverso la piccola editoria.

Un fermento che si è meritato un libro: ”Centocelle l’evoluzione dell’imprenditoria locale” di Andrea Martire e Vincenzo Luciani, che non poteva mancare il 26 e infatti sarà al centro della presentazione alla bottega ‘Brutta e Verdura’


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background