Roma, Battistoni (via Condotti): ”Tridente militarizzato, dentro vuoto pneumatico”  

Pubblicato da in data 21 Maggio 2019

Roma, Battistoni (via Condotti): ''Tridente militarizzato, dentro vuoto pneumatico''

(foto Adnkronos)

Pubblicato il: 22/05/2019 18:29

(di Cristiana Deledda)

”Abbiamo un Tridente militarizzato – In un paese dove non si controlla nulla, ci permettiamo il lusso di avere tre-quattro vigili ad ogni varco per far osservare norme assurde, sembra di essere tornati ad un paese di dogane e frontiere. E dentro c’è il vuoto pneumatico”. Descrive una situazione tragica Gianni Battistoni, presidente dell’Associazione via Condotti, a poco più di una settimana dall’entrata in vigore (era il 13 maggio) della nuova Ztl A1, con il Tridentino (l’area compresa tra piazza del Popolo, via delle Mercede, passeggiata di Ripetta e Trinità dei Monti) diventato off limits per gli scooter.

”Non è il solito allarme dei commercianti, basta farsi un giro in centro per vedere serrande chiuse e poca gente in giro. Non ho mai visto una amministrazione che ostacola chi viene a fare shopping. Finora si tratta di serrande ma tra un po’ arriveremo ai licenziamenti, la situazione è drammatica. Di amministrazioni ne abbiamo viste di tutti i colori ma mai una che ignora i problemi e impone le decisioni senza conoscere e senza il confronto con le parti interessate. Ormai c’è solo tanta esasperazione quando arriveremo ai gilet gialli forse riusciremo a cambiare le cose”.

Associazione Tridente Centro storico: ”Impressionante non disponibilità all’ascolto Amministrazione Raggi’ – Un allarme condiviso anche dall’Associazione Tridente Centro storico. ”E’ un casino – dice la presidente Serena Purarelli. – C’è un assedio di motorini intorno al Tridentino che ovviamente penalizza in particolar modo Campo Marzio, già diventato dopo la chiusura di via del Corso una pista d’atterraggio. Al punto che i residenti hanno chiesto di allargare il Tridentino anche alla loro zona. Le ripercussioni non sono solo sui residenti ma, nella stragrande maggioranza, riguardano chi lavora nel Tridentino, persone che si fanno dieci ore di lavoro e che avevano trovato nello scooter, vista la situazione dei mezzi pubblici, l’unica possibilità di salvezza. Stiamo cercando di lavorare privatamente per istituire una navetta che colleghi i parcheggi contigui al Tridentino ma non è facile, visto che non riscontriamo una buona volontà da parte dell’amministrazione a trovare soluzioni e facilitazioni. La cosa che fa più impressione è la mancanza totale di ascolto da parte dell’amministrazione Raggi delle esigenze di un territorio, la non disponibilità all’ascolto”.

Vincenzoni (Municipio I), ‘nuova Ztl? Punti critici in zone ai confini Tridentino’ – ”E’ impossibile ancora fare un bilancio, bisogna almeno aspettare la fine del mese di sperimentazione ma le voci che ci arrivano da commercianti e residenti non sono positive. La situazione è critica non solo nel Tridentino ma in tutta la zona che ruota intorno, parlo di Campo Marzio, Fontanella Borghese, Passeggiata di Ripetta assediate dagli scooter. A tutto ciò si aggiunge il problema del parcheggio riservato ai residenti, ormai impossibile dopo la sentenza del Tar”, commenta Anna Vincenzoni, assessore alla mobilità del Municipio I. ”Due giorni dopo l’entrata in vigore della nuova Ztl1 abbiamo fatto un tavolo con l’assessore Linda Meleo. Come I Municipio abbiamo rilevato due punti critici: il divieto di accesso dei motorini nel Tridentino e la sospensione della Ztl visto il permanere della chiusura di due stazioni della metropolitana. Entrambe le nostre richieste sono state respinte salvo poi il passo indietro sull’orario, con il congelamento della proroga alle 20 della Ztl a dopo l’estate”. Vincenzoni ammette che la nuova Ztl è una misura su cui lo stesso Municipio I ha lavorato ai tempi della Giunta di Ignazio Marino. ”Tutto vero ma se in 5 anni le prospettive di efficientamento dei mezzi pubblici sono a zero devi rivedere il piano, non lo puoi attuare così come era. Non sono due navette in circolazione che risolvono la mobilità in centro”.

Vola scooter sharing, +14% per eCooltra in Tridente – Scooter sharing elettrico sempre più a gonfie vele dopo l’entrata in vigore della nuova Ztl A1, con il Tridentino vietato a moto e motorini . Nella zona del Tridente negli ultimi sette giorni eCooltra, l’azienda spagnola leader europea nello scooter sharing, ha registrato un aumento tra il 12 e il 14% nell’utilizzo dei loro scooter elettrici. Un trend positivo in linea con un +30% messo a segno, nella stessa area, nell’ultimo semestre. Numeri che confermano la preferenza da parte dei romani per le due ruote in sharing per arrivare e spostarsi nel centro storico, confermata anche dal tempo medio di utilizzo del mezzo che oscilla, anche se su tutto il territorio romano, tra i 13 e i 16 minuti. Giusto il tempo di un piccolo spostamento.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Leggi altri articoli

Traccia corrente

Titolo

Artista

Background