Salvini oltre Feuerbach: “Mangiare olio pugliese”  

Pubblicato da in data 21 Maggio 2019

Salvini oltre Feuerbach: Mangiare olio pugliese

Pubblicato il: 22/05/2019 14:11

di Francesco Saita

Materialismo antropologico, dieta mediterranea e Maria Immacolata. Matteo Salvini si rivela sempre più eclettico nella piazza di Putignano, nella Murgia, dove sta concludendo la sua campagna elettorale. “L’uomo è ciò che mangia e l’olio pugliese è migliore delle schifezze che arrivano dall’altra parte del mondo, se mangi male, cresci male”, dice il Capitano a un certo punto del suo comizio, mettendo così insieme la filosofia tedesca del XIX secolo e made in Italy. Dal segretario della Lega, in tour elettorale nelle regioni del Mezzogiorno in vista del voto europeo, una citazione – “l’uomo è ciò che mangia” – presa in prestito da Ludwig Feuerbach, il pensatore che oppose, a metà ottocento, all’hegelismo il suo materialismo, dottrina cui guarderà con interesse anche Karl Marx.

Feuerbach, morto in miseria e additato per il suo ateismo, usò quella frase per spiegare la vera essenza dell’uomo, contro lo spiritualismo imperante proposto da Hegel. Ma Salvini va oltre: coniuga la dottrina di Feuerbach con la dieta mediterranea. Della serie: l’uomo è quello che mangia, ma se mangia olio e pomodoro made in Italy, allora vive pure meglio… . Tanti applausi dalla piazza degli agricoltori del comune pugliese noto (anche) per il carnevale più lungo d’Europa.

Poi il ministro dell’Interno conclude, dopo aver citato quel filosofo per cui “l’ateismo è un dovere morale’, ritornando sulla retta via: “Che Maria Immacolata ci aiuti a liberare questo paese e a riportare lavoro, fede, diritti e cultura”. A questo punto l’applausometro della piazza sembra ancora più alto. Con buona pace per il povero Feuerbach…


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background