Il principe Harry al Roma Polo Club per i bambini dell’Africa  

Pubblicato da in data 23 Maggio 2019

Toccata e fuga per il principe Harry al Roma Polo Club dove parteciperà al ‘Sentebale Polo Cup’, iniziativa benefica volta a sostenere ed aiutare i bambini africani del Lesotho. Pantaloni crema, camicia bianca e giacca carta da zucchero, chiarissima, il duca di Sussex, neo papà del piccolo Archie Harrison è venuto senza la consorte Meghan Markle.

Sotto i flash dei fotografi il principe di Sussex è apparso, come sempre, a proprio agio, ma leggermente intimidito. Nessuna dichiarazione, molti sorrisi accanto all’amico di una vita, l’argentino Nacho Figueras, campione di polo, che da anni sostiene le iniziative di ‘Sentebale’. Chi gioca meglio a polo il duca di Cambridge o il duca di Sussex? “Entrambi sono straordinari giocatori -ha risposto- diversi e complementari”.

Obiettivo dell’evento, che ogni anno si svolge in una capitale diversa (per l’Italia è la prima volta, in passato ci sono stati Abu Dhabi, Florida, Singapore e la scorsa stagione al Berkshire Polo Club di Londra) è quello si accendere i riflettori sui problemi della popolazione africana, in particolar modo di alcuni paesi (Lesotho, Botswana) legati soprattuto all’Aids che continua a decimare famiglie e lasciare orfani molti bambini.

Brilla il sole sulla capitale per il principe Harry, sesto in linea di successione al trono del Regno Unito. Parterre rigorosamente ad inviti. Uomini in giacca e cravatta, donne fasciate da lunghi abiti a fiori, amatissimi dalla duchessa di Cambridge e dalla nuova generazione di aristocratiche inglesi. Sfoggio di tacchi e cappelli. Di paglia, a falde larghe, piccolissimi, sfiorano il capo, con fiori, frutta e fiocchi. Un match benefico, quello a cui partecipa il duca di Sussex, anche per ricordare l’impegno della madre, lady Diana, principessa del Galles, a sostegno delle sue numerose associazioni e fondazioni.

Ed è proprio per non dimenticare ‘la principessa del popolo’ che il principe Harry ha voluto battezzare la sua associazione, ‘Sentebale’ (The Princes’ Fund for Lesotho) che nella lingua africana significa ‘non dimenticarmi’. Per non dimenticare lady Diana anche attraverso un fiore simbolo, ‘non ti scordar di me’. Quello più amato dalla principessa del Galles. Nella famiglia Mountbatten-Windsor il polo è uno degli sport più amati e frequentati. Sport elitario, molto inglese. Campioni di polo sono stati il principe Carlo, futuro re d’Inghilterra e suo padre, il principe d’Edimburgo, che proprio a Roma, nel lontano 1951, vinse la Coppa Società Romana Caccia alla Volpe, premiato per l’occasione dall’augusta consorte, la regina d’Inghilterra, Elisabetta II.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background