Salgono a 13 i casi di epatite da integratori curcuma  

Pubblicato da in data 23 Maggio 2019

Salgono a 11 i casi di epatite da integratori curcuma

Pubblicato il: 24/05/2019 11:16

Salgono a 11 i casi di epatite colestatica acuta, non infettiva e non contagiosa, riconducibili al consumo di integratori a base di curcuma segnalati dall’Istituto superiore di sanità. A darne notizia è il ministero della Salute. Sono in corso verifiche sul territorio da parte delle autorità sanitarie, per far luce su questa vicenda. L’undicesimo caso è stato associato al consumo di: Curcuma liposomiale più pepe nero (lotto 1810224, scadenza 10/21, prodotto da Laboratories nutrimea con sede e stabilimento di produzione rue des Petits Champs 20, FR 75002, Parigi).

La segnalazione si aggiunge ai casi associati ai prodotti segnalati in precedenza (Curcuma 95% Maximum – lotto 18L264, scadenza 10/2021, prodotto da Ekappa laboratori srl per conto di Naturando S.r.l.; Curcuma complex – B.A.I. aromatici per conto di Vitamin shop; Tumercur – Sanandrea; Movart – Scharper SpA, stabilimento a Nichelino; Curcuma Meriva 95% 520mg Piperina 5 mg – Farmacia dr. Ragazzi, Malcontenta; Curcuma “Buoni di natura”- Terra e Sole). E a quelli associati ai prodotti segnalati il 10 e il 16 maggio scorsi (Curcumina Plus 95% – lotto 18L823 – NI.VA prodotto da Frama; Curcumina 95% Kline – lotto 18M861 – NI.VA prodotto da Frama; Curcumina Plus 95% piperina [email protected] – lotto 2077-LOT 19B914 – NI.VA prodotto da Frama; Curcumina Plus 95% piperina [email protected] – 18c590 – NI.VA prodotto da Frama).

“I consumatori – si legge sul sito del ministero della Salute – sono invitati a titolo precauzionale a sospendere temporaneamente il consumo di tali prodotti. Sono in corso le verifiche per individuare la causa responsabile dei casi di epatite”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Leggi altri articoli

Traccia corrente

Titolo

Artista

Background