Con l’amaro in bocca  

Pubblicato da in data 25 Maggio 2019

Con l'amaro in bocca

(Afp)

Pubblicato il: 26/05/2019 20:19

La Sampdoria manda al tappeto la Juventus e si regala l’ultima gioia della stagione. I blucerchiati vincono 2-0 con i gol nel finale di Defrel e Caprari, rendendo così un po’ più amaro l’addio ai bianconeri di Massimiliano Allegri, l’artefice di un ciclo che ha portato in dote alla bacheca della Juve ben cinque scudetti, quattro titoli in Coppa Italia e due Supercoppe italiane.

In casa Samp, in attesa di conoscere il futuro di Giampaolo, la sfida con i bianconeri è anche l’ultima recita stagionale di Quagliarella: l’attaccante 36enne resta a secco, ma con 26 gol all’attivo si appresta a salire sul trono dei bomber della serie A.

Dopo mezz’ora soporifera è proprio Quagliarella ad accendere il match al 34′ con un numero dei suoi: il bomber blucerchiato, pescato sul secondo palo da Ramirez, si esibisce in una conclusione in acrobazia che però non trova la porta. La risposta della Juventus arriva al 38′ e nasce da un’iniziativa del giovane Pereira sulla corsia sinistra: Kean prolunga il pallone di testa sul cross del brasiliano e Sala salva in due tempi sull’accorrente Dybala.

La squadra di Allegri aumenta i giri in avvio di ripresa e la Samp rischia due volte sulle conclusioni di mancino di Kean prima e Dybala poi, entrambe fuori di un soffio. Ma a Marassi l’atmosfera resta quella dell’ultimo giorno di scuola e Allegri, complice l’infortunio alla caviglia di Emre Can, ne approfitta per far esordire un altro ‘millennial’, il figlio d’arte Portanova.

La stagione da sogno del 36enne Quagliarella finisce invece al 77′ con la standing ovation di tutto il Ferraris al momento del cambio con Gabbiadini. Sembra l’ultima emozione di un match che, invece, si accende nel finale. All’80’ Kean si vede annullare il gol del possibile vantaggio juventino per un fuorigioco millimetrico. E all’84’ la Sampdoria fa centro con un tiro strozzato di Defrel, su assist di Gabbiadini, che inganna Pinsoglio.

La squadra di Giampaolo può festeggiare già prima del triplice fischio grazie al raddoppio nel recupero di Caprari con una perla all’incrocio dei pali su punizione. I blucerchiati chiudono al nono posto con 53 punti. La Juventus guarda tutti dall’alto a quota 90 e ora può concentrarsi esclusivamente sulla scelta dell’erede di Allegri.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background