Musica: Muti si appella a Mattarella, ‘riportiamo spoglie Cherubini a Firenze’  

Pubblicato da in data 28 Maggio 2019

Muti a Mattarella: Riportiamo Cherubini a Firenze

Riccardo Muti con le discendenti di Cherubini, il prefetto Laura Lega, Cristiano Chiarot e Irene Sanesi, presidente di Opera di Santa Croce

Pubblicato il: 29/05/2019 16:29

Signor Presidente Mattarella, lei che è un grande, mi dia una mano, mi dia una mano per riportare Cherubini a Firenze!“. E’ l’appello che il direttore d’orchestra Riccardo Muti ha lanciato al Capo dello Stato Sergio Mattarella per fare rientrare le spoglie del grande compositore Luigi Cherubini nella Basilica di Santa Croce a Firenze, dal cimitero Père-Lachaise di Parigi, dove riposano dal 1842, anno della sua morte. Muti si è rivolto direttamente a Mattarella attraverso le telecamere del Tg3 Toscana, al termine della ‘Missa defunctorum‘ per soli, coro e orchestra, di Giovani Paisiello, gemma del tesoro musicale del ‘700 napoletano, che ha diretto ieri alla testa dell’Orchestra Cherubini, da lui creata e formata e del Coro della Radio bavarese per il Festival del Maggio Musicale.

Da anni Muti è impegnato affinché le spoglie di Cherubini, possano essere traslate nel cenotafio che ricorda il grande compositore nella basilica di Santa Croce, così come Cherubini stesso avrebbe desiderato. Se ciò avverrà, il maestro dirigerà coi complessi del Maggio Fiorentino, in Santa Croce, il solenne ‘Requiem’ che Cherubini scrisse per sé stesso. Il maestro poi ha ringraziato anche Firenze, la città dove sono nati i suoi figli e “da dove è partita tutta la sua strada”.

Prima del concerto, Muti ha incontrato con il sovrintendente del maggio Cristiano Chiarot, le discendenti del compositore Cherubini, Irene Sanesi presidente di Opera di Santa Croce e il prefetto di Firenze Laura Lega che aveva già inoltrato al Presidente della Repubblica l’appello delle discendenti per il rientro a Firenze delle spoglie del compositore loro avo. Mattarella ha promesso e manifestato, rispondendo alla richiesta, il suo sostegno. Dallo scorso mese di luglio 2018, in occasione della direzione del ‘Macbeth’ di Giuseppe Verdi, al Maggio Fiorentino, il desiderio di Muti a proposito di Luigi Cherubini è ritornato di attualità, il Maggio si è fatto portavoce dell’istanza del maestro lanciando anche due petizioni a sostegno dell’appello che fin ora hanno raccolto diverse decine di migliaia di adesioni.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background