Mobilità: Angelini (Wind Tre), ‘tecnologia 5G per migliorare traffico urbano’  

Pubblicato da in data 29 Maggio 2019

Angelini (Wind Tre): tecnologia 5G per migliorare mobilità urbana

Massimo Angelini (Wind Tre)

Pubblicato il: 30/05/2019 19:34

“Con la nuova tecnologia 5G moltissimi saranno i servizi che verranno sviluppati e che arriveranno ai cittadini. Centrale il contributo per migliorare la mobilità urbana e renderla più sostenibile, ma anche telemedicina, gestione dei consumi elettrici e idrici, il tracciamento della filiera agricola, il monitoraggio della staticità degli edifici”. A delineare gli ambiti di applicazione di questa nuova tecnologia è stato Massimo Angelini, direttore Public Affairs, Internal & Esternal Communication di Wind Tre, tutor del convegno svoltosi questa mattina nella Protomoteca del Campidoglio nell’ambito del Festival dello sviluppo sostenibile 2019 promosso dall’Asvis, Alleanza italiana per lo sviluppo Sostenibile. Al centro del convegno il tema della rivoluzione digitale, articolato rispetto ad elementi essenziali per policy conformi all’Agenda 2030.

“La mobilità sostenibile -ha aggiunto- è un tema centrale. Già oggi le tecnologie attuali offrono grandi vantaggi, i servizi cominciano ad affacciarsi, soprattutto nella gestione dei parcheggi e nell’uso intelligente del trasporto pubblico, ma a breve la questione dei flussi di traffico sarà una tema importante, fino alla guida assistita”.

“Dovremo realizzare la rete 5G a Roma, come in tutte le città italiane – ha affermato ancora Angelini – I percorsi che riguardano le autorizzazioni per la realizzazione delle antenne ci possono dare una grandissima mano, come anche la questione legata ai limiti elettromagnetici. Il governo, le istituzioni e gli enti locali possono fare tantissimo per snellire i processi autorizzativi. Questo non solo nell’interesse degli operatori della comunicazione, ma anche dei cittadini e dei comuni metropolitani”.

“Nell’ambito del progetto 5G, a Prato e a L’Aquila, sono in atto delle sperimentazioni insieme al Mise. Progetti per la videosorveglianza, servizi legati alla casa, all’uso intelligente delle auto o ovviamente per la mobilità sostenibile. Applicazioni che stanno cominciando a dare frutti interessanti. Ora ha concluso- dobbiamo fare il salto di qualità”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background