Mobilità: città più sostenibili grazie ai servizi digitali  

Pubblicato da in data 29 Maggio 2019

Mobilità: città più sostenibili grazie ai servizi digitali

Immagine d’archivio

Pubblicato il: 30/05/2019 21:54

Innovazione e mobilità dei cittadini per lo sviluppo urbano sostenibile” il tema dell’evento svoltosi questa mattina nella Protomoteca del Campidoglio promosso dall’Asvis, l’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, che ha avuto come tutor Wind Tre l’azienda guidata da Jeffrey Hedberg, nell’ambito del Festival dello sviluppo sostenibile 2019. Al centro del convegno, al quale hanno preso parte esponenti istituzionali, fondazioni ed esperti, il tema dell’innovazione digitale e di servizi per i trasporti di minor impatto ambientale.

Nel corso dei lavori è stato presentato anche il rapporto ‘Città 5G, Città Sostenibili’, realizzato da Wind Tre con il contributo tecnico-scientifico di ‘The European House – Ambrosetti’. Questo secondo report fa parte del progetto “L’innovazione digitale per gli SDGs”, un percorso costruito in modo ‘partecipato’ per definire, insieme agli stakeholder, il contributo dell’innovazione digitale necessario a centrare gli obiettivi previsti nell’Agenda 2030.

“I servizi digitali -ha detto Massimo Angelini, direttore public affairs, internal & external communication di Wind Tre- saranno i protagonisti nello sviluppo delle smart cities, nelle quali le Telco giocheranno un ruolo cruciale per raggiungere gli obiettivi dell’Agenda Globale. Le città saranno realmente sostenibili -ha aggiunto- solo se avranno la capacità di mettere al centro le esigenze dei cittadini. Tecnologia 5G ed ecosistema digitale sono già il motore di questo straordinario processo”.

Per le grandi città, c’erano gli assessori Linda Meleo e Flavia Marzano del Comune di Roma, Marco Granelli per il Comune di Milano, il consigliere comunale di Bologna Marco Monesi e l’assessore del Comune di Torino Paola Pisano.

“Accompagniamo le amministrazioni cittadine ad inserire nelle proprie agende anche obiettivi di mobilità sostenibile” ha riferito Walter Vitali, direttore esecutivo di [email protected] e responsabile gruppo sul goal 11 di Asvis. “Roma ad esempio ha bisogno di sostegni nazionali. Fondamentali sono anche le modifiche al codice della strada, che non costano nulla. E poi le opportunità delle nuove tecnologie che vanno di pari passo con le autorizzazioni alle antenne affinché vengano distribuite in maniera meno impattante per la salute pubblica”.

“Nel prossimo piano industriale 2019-2023 stiamo investendo sulla mobilità sostenibile 58 miliardi di euro – ha riferito Lorenzo Radice, responsabile sostenibilità Gruppo FS – La mobilità sostenibile è tutto ciò che è alternativo all’auto privata e ai combustibili fossili. Le soluzioni che promuoviamo, dunque, hanno come asse portante il ferro e sono integrate con altre modalità. Investiremo in infrastrutture, in mezzi e ristrutturazioni di edifici a favore della mobilità sostenibile e vantaggio di passeggeri e merci. Occorre spostare le merci su ferro e le persone dall’auto al treno”.

“Bisogna avere l’intelligenza di capire le opportunità che offre il 5G – ha affermato Cesare Avenia, Fondazione Ericsson e coordinatore Alleanza sostenibile obiettivo numero 9 – E’ una piattaforma sulla quale si possono innestare servizi per semplificare la vita dei cittadini, è una fonte di conoscenza e monitoraggio”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background