Confindustria Gb: ‘no deal grave danno per le imprese’  

Pubblicato da in data 30 Maggio 2019

Confindustria Gb: No deal grave danno per le imprese

Pubblicato il: 31/05/2019 13:27

La Confederazione dell’industria britannica (Cbi) lancia un duro monito contro l’ipotesi di un ‘no deal’. Un simile scenario provocherebbe “gravi” danni alle imprese, ha dichiarato alla Bbc il direttore del Cbi, Carolyn Fairbairn, secondo la quale l‘uscita dall’Ue senza accordo “non dovrebbe nemmeno essere considerata”. “Questa non è una strategia responsabile per un governo”, ha rincarato.

La Confindustria britannica ha scritto oggi una lettera aperta ai 12 conservatori che si sono candidati alla successione di Theresa May, sottolineando che “le imprese grande e piccole” vogliono un accordo per l’uscita dall’Ue.

“La maggioranza delle imprese – si legge – non sarà mai preparata ad un no deal, specie le piccole e medie che non possono permettersi di preparare costosi e complessi piani di emergenza”.

Il monito della Cbi arriva mentre diversi candidati alla guida dei Tory e quindi del governo, a partire dal favorito Boris Johnson, vogliono rinegoziare l’accordo con Bruxelles e dichiarano che usciranno entro la scadenza del 31 ottobre anche senza intesa. La Confindustria britannica ha sempre considerato i Conservatori il proprio partito di riferimento. Ora rischia di non essere più così scontato. E questo potrebbe avere importanti conseguenze sul finanziamento ai Tories.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background