Prof sospesa invitata al Senato: “Studio storia non sia sterile”  

Pubblicato da in data 30 Maggio 2019

Prof sospesa invitata al Senato: Studio storia non sia sterile

Rosa Maria Dell’Aria (Foto Adnkronos)

Pubblicato il: 31/05/2019 19:09

Dopo la sospensione, l’abbraccio dell’istituzione: la professoressa Rosa Maria Dell’Aria e i suoi studenti della II E del ‘Vittorio Emanuele III’ di Palermo sono stati abbracciati dalle senatrici a vita Liliana Segre e Elena Cattaneo nella cornice senatoriale di palazzo Giustiniani. All’incontro hanno partecipato anche il senatore a vita ed ex premier Mario Monti, il senatore Pietro Grasso, i parlamentari Francesco Verducci (Pd) e Roberta Alaimo (M5S).

In precedenza, la professoressa sospesa dopo il video realizzato dai ragazzi e ragazze della sua classe in cui si fa un raffronto tra le leggi razziali del 1938 e le norme in tema di immigrazione del decreto sicurezza, ha ricevuto il ringraziamento del Presidente emerito Giorgio Napolitano. A tutti è giunto il messaggio del senatore a vita Renzo Piano: “Difendete la vostra libertà di pensiero e di espressione: sono i cardini di un mondo migliore”. Segre, come testimone della Shoah, ha chiesto che vengano rimosse da tutte le scuole d’Italia le intestazioni a Re Vittorio Emanuele III che promulgò le leggi razziali. Cattaneo ha detto che con l’incontro di oggi “testimoniamo l’essere parte delle istituzioni che tutelano gli spazi di libertà di tutti noi”.

La professoressa Dell’Aria ha ripercorso i motivi che hanno portato all’iniziativa di realizzare il video, che è stato proiettato in sala Zuccari: “Lo studio della storia -ha sottolineato- non deve essere sterile e alcuni alunni hanno trovato che alcune parti del decreto sicurezza potevano ledere alcuni diritti fondamentali”. La professoressa, a precisa domanda di Pietro Grasso, ha spiegato che l’annunciato annullamento della sanzione a suo carico (peraltro già ‘scontata’ in pratica) non è ancora arrivato. Era stato proprio l’ex presidente del Senato a divulgare via web il video, in modo che tutti potessero farsi un’idea del lavoro svolto dagli studenti. Il video, postato sull’account Twitter, ha prodotto un boom di 1.700.000 contatti. “Dal ministero ci aspettiamo che arrivi finalmente l’annullamento della sanzione”, ha detto Grasso.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background