Ocasio-Cortez barista per una notte  

Pubblicato da in data 31 Maggio 2019

Ocasio-Cortez barista per una notte

(IPA/Fotogramma)

Pubblicato il: 01/06/2019 17:19

Alexandria Ocasio-Cortez, la deputata newyorkese che lavorava come barista a Manhattan prima di diventare la nuova stella della sinistra americana, è tornata per una notte dietro il bancone di un bar per denunciare “la schiavitù a contratto” dei tanti lavoratori Usa che dipendono dalla mancia. “Qualsiasi lavoro che venga pagato 2,13 dollari all’ora non è un lavoro, è una schiavitù a contratto”, ha detto la 29enne democratica tra gli applausi degli avventori e colleghi, anche se per una notte, di un ristorante dei Queens, dove è stata eletta.

Il salario minimo federale, che è di 7,25%, scende appunto a poco più di due dollari per addetti alle ristorazione, ma anche dipendenti di saloni di bellezza, che prendono una mancia, tradizionalmente considerata negli Stati Uniti una parte integrante del salario. E questo, ha aggiunto la socialista progressista, costringe i lavoratori ad essere più disponibile a compromessi, meno libero di denunciare comportamenti inappropriati perché hai bisogno della mancia.

In particolare le donne: “Come donna sei costretta ad essere più vulnerabile di quanto una persona dovrebbe essere negli Stati Uniti d’America a causa della disperazione economica”, ha detto parlando della sua esperienza personale, di quattro anni passati a servire tavoli o dietro un bancone durante il liceo e dopo la laurea all’università di Boston.

“Tutti i lavori hanno una dignità, ed il modo per dare dignità al lavoro pagare alla gente il rispetto e il valore che si meritano” ha concluso Ocasio Cortez che sostiene il progetto di legge One Fair Wage per portare il salario minimo per tutti a 15 dollari all’ora. Anche in città dove il salario minimo è più alto, come New York dove è già al 15%, rimane comunque un netto divario per i lavoratori che vivono di mancia, rimanendo a 7.50 dollari all’ora.

Senza contare, ha concluso la democratica, che nelle grandi città, non solo New York, ma anche San Francisco e Chicago, il salario minimo dovrebbe essere più alto “perché quando i nostri affitti salgono, il costo del cibo sale e noi dobbiamo essere sicuri che la gente venga pagata abbastanza per vivere”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background