Mediaset crea holding olandese  

Pubblicato da in data 6 Giugno 2019

Mediaset crea holding olandese

(Fotogramma)

Pubblicato il: 07/06/2019 19:50

Il cda di Mediasete di Mediaset Espana hanno deliberato di proporre ai loro azionisti la creazione di una nuova ‘società madre’, una holding con sede legale in Olanda, che presuppone la fusione dei due gruppi. La holding si chiamerà Mfe-Mediaforeurope e sarà considerata “la casa della televisione europea”. Lo fa sapere la società in una nota, spiegando che la nuova holding sarà quotata a Milano e a Madrid.

Mfe rimarrà fiscalmente residente in Italia, precisa poi Mediaset nella nota in cui annuncia l’operazione di fusione transfrontaliera. Non ci sarà “nessun cambiamento nelle società che operano in Italia e in Spagna per quanto riguarda le proprie attività e la residenza fiscale”, che “rimarranno nei rispettivi Paesi”, spiega la nota. La nuova scala di Mfe “consentirà di competere su un piano di parità in un settore sempre più dominato da imprese globali”.

Mediaset e Mediaset España ritengono che la fusione e la creazione di una nuova holding possa consentire il conseguimento di efficienze e risparmi di costi per un ammontare di circa 100-110 milioni (prima delle imposte) nei prossimi 4 anni (dal 2020 al 2023), corrispondenti ad un net present value di circa 800 milioni, riferisce ancora la società.

Contestualmente, dopo il perfezionamento della fusione, Mfe (la nuova holding olandese) distribuirà a tutti gli azionisti dividendi per un importo totale di 100 milioni di euro. Ed è previsto che Mfe “dia corso ad un programma di buy-back per un importo complessivo massimo di 280 milioni di euro fino ad un prezzo massimo per azione di 3,4 euro”. Mediaset prevede anche che la futura remunerazione degli azionisti, attraverso dividendi ordinari o altre forme tecniche, non sia mai inferiore al 50% dell’utile netto consolidato dell’esercizio.

BERLUSCONI – L’obiettivo è quello d “creare valore e sviluppo e diventare la casa di un grande broadcaster europeo. Abbiamo parlato del nostro progetto internazionale circa un anno fa e da allora ci abbiamo lavorato costantemente. Ora siamo pronti: abbiamo individuato un nuovo modello operativo che creerà efficienza e sviluppo” ha detto Pier Silvio Berlusconi, ceo Mediaset. “In un mondo di competizione globale, creare un gruppo editoriale con dimensioni adeguate che parli al pubblico europeo diventa un fattore cruciale per il futuro. Sarà un’operazione amministrativamente complessa ma che fornirà, da subito, vantaggi molto evidenti agli azionisti che ci seguiranno”.

“Abbiamo già individuato 107 milioni all’anno di sinergie e risparmi che raggiungeremo entro il 2023: e questo, comunque vadano i mercati, è un vantaggio per tutti gli azionisti”.

SEDE FISCALE – “Voglio inoltre ribadire – ha sottolineato – che le sedi fiscali delle società fondatrici di Mfe rimarranno nei rispettivi Paesi d’origine e anche la sede fiscale del nostro azionista di controllo, cioè Fininvest, rimarrà italiana”.

“La scelta dell’Olanda è puramente tecnica, le regole olandesi consentono infatti una governance in grado di favorire la stabilità della compagine azionaria, certezze gestionali e una maggiore flessibilità per perseguire opportunità di crescita e sviluppo” ha detto Piersilvio Berlusconi.

NESSUNA DELOCALIZZAZIONE – Inoltre, “non avverrà alcuna delocalizzazione con la nascita della holding internazionale ‘Mfe-Mediaforeurope” spiegano dal quartier generale del Biscione. ”Le attività operative delle due società rimarranno in Italia e in Spagna, le sedi fiscali resteranno nei rispettivi Paesi e ovviamente le tasse continueranno a essere pagate in Italia e in Spagna. Identico discorso per la produzione e l’occupazione che resteranno stabilmente in Italia e Spagna”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background