Fca Bank: con Leasys lancia gli Store per la mobilità integrata  

Pubblicato da in data 12 Giugno 2019

Fca Bank e Leasys lanciano gli Store per la mobilità integrata

Pubblicato il: 13/06/2019 18:08

Cambia la mobilità e gli operatori si adeguano: come nel concetto di ‘Living Mobility’ elaborato da Leasys. La società controllata da Fca Bank, principale player nel mercato del noleggio a lungo termine e dei servizi automotive in Italia, ha presentato a Roma i nuovi Mobility Store, che puntano a rispondere alle nuove esigenze dei consumatori, mettendo a punto l’esperienza maturata con l’acquisizione di WinRent nell’ottobre 2018, che ha consentito a Leasys di integrare e completare la propria gamma di servizi. I Mobility Store rappresentano punti fisici presso i quali i clienti possono scoprire, con il supporto di consulenti specializzati, tutte le soluzioni di mobilità proposte da Leasys scegliendo fra quelle più adatte ai propri stili di vita e abitudini di consumo con offerte di noleggio a breve, medio e lungo termine, car sharing peer to peer, acquisto dell’usato, assistenza, mobilità elettrica e servizi finanziari e assicurativi.

Si va da Noleggio Chiaro (che propone fin da subito il prezzo dell’auto a fine noleggio) a Come Nuovo, destinato al noleggio di veicoli usati, passando per la soluzione digitale I-Share e per U GO, proposta peer to peer che aiuta il cliente a ridurre il costo del canone mensile rinoleggiando a sua volta la vettura quando non la utilizza. Una, proposta – quest’ultima – sempre più ‘internazionale’ con l’obiettivo di approdare su tre nuovi mercati entro settembre 2019 e su altri tre entro fine anno, per un totale di 50.000 utenti entro il 2021.

Al momento Leasys vanta già 100 punti ‘fisici’ già pienamente operativi con un target per il 2020 di una flotta di 5.000 vetture per il noleggio a breve/medio e car sharing. Ma nel breve termine le prospettive sono di giungere a 400 punti fisici in Italia e 1.200 in Europa per la gestione rispettivamente di oltre 12.500 e circa 35.000 veicoli.

Negli Store campeggiano anche totem multimediali che aiutano il cliente a conoscere le diverse forme di mobilità proposte, ad approfondire le offerte, a simulare i preventivi e a comparare prodotti e servizi, con la possibilità di richiedere ulteriori informazioni e supporto dai consulenti specializzati presenti in loco. I Leasys Mobility Store saranno inoltre muniti delle colonnine di ricarica a supporto dell’evoluzione del parco auto di una azienda che punta a un 50% di elettrificazione della flotta a breve/medio/car sharing entro il 2020 e il 90% entro il 2021, con un taglio delle emissioni di CO2 di quasi il 60% rispetto ai valori attuali. Ma l’evento romano è stata anche l’occasione per presentare una proposta elaborata assieme ad Amazon che prevede tre giorni di noleggio auto a breve termine a tariffa fissa di 29,99 euro con l’acquisto sulla piattaforma di e-commerce di un voucher, utilizzabile nei mesi di giugno e luglio, che permette un servizio di noleggio a breve termine per qualsiasi vettura in flotta, presso tutti i Leasys Mobility Store in Italia.

Illustrando le strategie di Leasys – che “ha un obiettivo di 120 mila nuovi contratti nel 2019” – il Ceo Alberto Grippo ha evidenziato come “negli ultimi tre anni i nostri numeri sono raddoppiati e il target è di raddoppiarli ulteriormente nei prossimi 36 mesi, visto che registriamo il maggiore tasso di crescita fra i grandi player del settore con un elevatissimo livello di soddisfazione dei nostri clienti, che tocca l’86% fra i Fleet Manager”.

Gli ha fatto eco Giacomo Carelli, CEO di FCA Bank, che ha inserito le nuove proposte di Leasys nei due megatrend dell’automotive, rappresentati dalla digitalizzazione e dalla disownership. “Con l’avvento dell’era digitale – ha spiegato – cambiano anche le dinamiche di interazione tra aziende e clienti con un mercato del noleggio a lungo termine dedicato ai privati, che nel 2022 varrà 100 miliardi di euro in Europa in termini di asset, contro i 45 attuali“.

Un indicatore della nuova tendenza alla disownership, confermata anche dai numeri con 40.000 privati che nel 2018 in Italia hanno preferito il noleggio all’acquisto, rispetto ai 15.000 del 2017. E il mercato italiano del car sharing – ha aggiunto Carelli – “è tra i più importanti del continente, con più di 1 milione di utenti in 35 città”. Un contesto complesso e dinamico nel quale – ha concluso – “le proposte di FCA Bank si inseriscono appieno con il 50% dei prodotti e servizi venduti che già nel 2021 sarà legato all’utilizzo e non alla proprietà del veicolo“.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background