Landini: “Se governo non ci convoca non escluso sciopero generale”  

Pubblicato da in data 15 Giugno 2019

Landini: Se governo non ci convoca non escluso sciopero generale

Maurizio Landini (Fotogramma)

Pubblicato il: 16/06/2019 16:56

“Il governo finora non ha ascoltato il sindacato, noi ci stiamo mobilitando per chiedere di aprire dei confronti e delle trattative vere”. Lo ha detto il segretario generale della Cgil Maurizio Landini, a ‘In Mezz’ora in più’ parlando della mobilitazione unitaria in atto con anche le manifestazioni delle varie categorie, dal pubblico impiego ai metalmeccanici.

“Gli scioperi – ha detto Landini – stanno andando bene, e la partecipazione non era scontata” annunciando che quella di sabato prossimo a Reggio Calabria sarà “una grande manifestazione”. Quanto allo sciopero generale Landini ha detto “ne stiamo discutendo, e con tutte le iniziative messe in campo è chiaro che se il governo nelle prossime settimane e nei prossimi non ci convoca noi non escluderemo nulla”.

“Gli scioperi – ha aggiunto il sindacalista – si fanno si fanno per ottenere cose, non si fanno per protestare. Noi abbiamo un consenso forte, le piazze sono piene”. Per il leader della Cgil infatti, c’è un clima di sfiducia, di rottura nella “rappresentanza politica” da parte del mondo del lavoro, e gli stessi elettori dell’attuale governo “scendono in piazza con i sindacati a protestare contro il governo che hanno votato”. Landini ha rimarcato anche il fatto che il 44% degli italiani alle Europee non è andato a votare e a protestare oggi ci sono anche i “giovani”, lavoratori come i rider che non hanno le stesse tutele e gli stessi diritti di altri con i quali magari lavorano insieme. “Il nostro compito – ha concluso – è riunificare i diritti”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Leggi altri articoli

Traccia corrente

Titolo

Artista

Background