Trump licenzia i sondaggisti  

Pubblicato da in data 15 Giugno 2019

Trump licenzia i sondaggisti

(Afp)

Pubblicato il: 16/06/2019 23:52

La campagna di Donald Trump silura 3 sondaggisti dopo la diffusione di dati negativi per il presidente. Secondo il Washington Post, la ‘Trump campaign’ interromperà i rapporti con 3 membri del team: Brett Lloyd, Mike Baselice e Adam Geller. Rimarranno al proprio posto, invece, Tony Fabrizio e John McLaughlin.

Il malumore di The Donald è legato all’esito di 17 sondaggi che avrebbero dovuto rimanere riservati. Invece, ai media è arrivato il ‘verdetto’, con il vantaggio a due cifre per il democratico Joe Biden nei confronti del presidente in Wisconsin, Pennsylvania, Florida e Michigan. Negli stessi stati, nel 2016, Trump ebbe nettamente la meglio su Hillary Clinton. Ma non finisce qui. Il presidente, secondo i sondaggi, sarebbe indietro anche in Iowa, North Carolina, Ohio e Georgia. I dati lo premierebbero in Texas.

Il presidente ha cercato di ridimensionare la portata dei sondaggi e ne ha persino negato l’esistenza. Il manager della campagna, Brad Parscale, ha confermato che i risultati si riferiscono a rilevazioni compiute a marzo. Dietro le quinte, secondo fonti della Casa Bianca, Trump avrebbe manifestato tutto il proprio malumore per la diffusione dei dati.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background