Migranti: Chris Obehi a Lampedus’Amore, ‘io, da naufrago a cantante di musica folk siciliana’  

Pubblicato da in data 16 Giugno 2019

Storia di Chris, da naufrago a cantante di musica folk

Il cantante Chris Obehi

Pubblicato il: 17/06/2019 14:23

(di Elvira Terranova) – Da naufrago nigeriano approdato tre anni fa sull’isola di Lampedusa a cantante in dialetto siciliano, con le melodie folk di Rosa Balistreri tra le sue preferite. Il sogno di Christopher Goddey, in arte Chris Obehi, 22 anni, studente all’Istituto Tecnico economico per il turismo Marco Polo di Palermo, si sta avverando. Con la sua chitarra gira per locali a cantare. Il prossimo 7 luglio sarà a Lampedusa dove si esibirà sul palco durante la tre giorni del ‘Premio internazionale di giornalismo Cristiana Matano. Adesso Chris gira per il mondo con la sua chitarra e la sua voce, dopo che un video del Palermo Festival in cui intona i versi della “Cantatrice del Sud” Rosa Balistreri è diventato virale sui social. Chris si ritrova molto nelle note di Rosa Balistreri. “Hanno quel ritmo che mi ricordano la mia Africa”, dice.

Oggi, durante la presentazione del Premio di Lampedus’Amore al Teatro Massimo di Palermo, alla presenza del sindaco Leoluca Orlando, ha raccontato la sua storia. “Sono in Italia da 3 anni, di cui 2 in Sicilia. Ho vissuto a Messina e adesso a Palermo, dove sono stato accolto dalla comunità laica La Zattera”. Frequenta il Conservatorio, ama suonare. Suona il pianoforte, il basso, la batteria e a Palermo ha imparato, anche, a suonare la chitarra. Durante la settimana, di sera, frequenta l’Istituto Tecnico Economico per il turismo “Marco Polo”. E nel tempo libero o nel fine settimana si dedica alla sua passione, cantando e suonando nei vari locali e spostandosi, anche, in diverse città.

“Sono arrivato a Lampedusa nel 2015 dove sono rimasto per una settimana, poi sono andato a Messina dove ho vissuto per poco tempo – racconta Chris – Prima suonavo il basso, qui a Palermo ho imparato a suonare la chitarra. Io non so leggere la musica, quando ascolto qualcosa la suono. Mi piace moltissimo Rosa Balistreri che ho imparato a conoscere solo qui”. Di Palermo dice: “Quando sono arrivato qui ho trovato persone bellissime – dice – e anche dove sono adesso, alla Zattera, mi hanno accolto come un figlio”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background