Loy (Civ Inps): “Con salario minimo aumenta costo lavoro”  

Pubblicato da in data 20 Giugno 2019

Loy (Civ Inps): Con salario minimo aumenta costo lavoro

Il presidente del Civ Inps, Guglielmo Loy (Foto Festival del lavoro 2019)

Pubblicato il: 21/06/2019 13:50

“Se le imprese aumentano il loro costo” con il salario minimo orario “il proprio prodotto è meno competitivo. Poi quasi nessun lavoratore italiano non ha un minimo salariale, questo minimo è stabilito dai contratti, che coniugano la competitività delle imprese e i diritti dei lavoratori, in alcuni casi il minimo salariale è più alto, in altri è più basso, ma là si tratta di intervenire con leva fiscale in modo tale da aiutare i redditi più bassi ad avere un sostegno. Intervenire per legge non è giusto, non è corretto”. Lo afferma, a margine del Festival del lavoro in corso a Milano, il presidente del Civ Inps, Guglielmo Loy, conversando con Adnkronos/Labitalia. “Detto questo, ci sono milioni di persone, di lavoratori che hanno retribuzioni basse ma non sono dipendenti, sono inquadrati -conclude- con altre tipologie di lavoro”.

Loy parla, poi, del reddito di cittadinanza: “E’ una cosa nobilissima cercare di raggiungere chi non ha fatto la domanda per il reddito di cittadinanza, ma io mi focalizzerei più sulla qualità di queste domande e abbiamo chiesto al professor Tridico di avere dati più chiari. E cioè da dove vengono queste persone, non solo intendendo la destinazione geografica, ma se vengono da un periodo di disoccupazione, se non hanno mai lavorato, se non sono stati licenziati, e così via. La qualità delle persone indica le caratteristiche di un processo che va analizzato”.

Secondo Loy, “ci sono circa il 30%-25% di domande respinte e c’è una gran parte di persone che hanno ricevuto una cifra inferiore alle aspettative”. “Sono processi che vanno analizzati. E’ ovvio che ci deve essere politica di contrasto alla povertà ma noi siamo convinti che il primo veicolo per includere le persone è il lavoro, e poi aiutare chi non può lavorare”, dice.

Infine, sull’Inps e sulla ‘gestione’ Tridico aggiunge: “Siamo nella fase di apprendistato, il professore si è insediato, non ha ancora un consiglio di amministrazione: da parte nostra c’è grande collaborazione. Noi continuiamo a sostenere che l’Inps deve salvaguardare prima di tutto il sistema mutualistico, assicurativo e previdenziale. Deve essere fatto con efficienza ed efficacia, stando vicini al territorio”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background