Caldo esplosivo  

Pubblicato da in data 24 Giugno 2019

Caldo esplosivo

(Fotogramma)

Pubblicato il: 25/06/2019 07:23

Caldo infernale e afa insopportabile. Quella che è appena iniziata sarà una settimana africana, contrassegnata da assoluta stabilità atmosferica e da temperature bollenti.

Il caldo farà davvero la voce grossa e questa volta lascerà dietro di sé una lunga scia di valori termici davvero eccezionali per la fine di giugno, tanto da far scattare il bollino rosso in diverse città. Secondo gli esperti di ‘ilMeteo.it’, le due giornate più calde, saranno giovedì e venerdì, un lasso di tempo nel quale i termometri daranno davvero i numeri. L’effetto sarà quello di una pentola a pressione a causa della compressione adiabatica che sarà responsabile di un caldo esplosivo.

Dal punto di vista tecnico, spiegano gli esperti, la compressione adiabatica è un fenomeno che si verifica in atmosfera quando una massa d’aria è costretta a scendere di quota. Incontrando strati a pressione più alta (la pressione è più alta al livello del mare), la massa d’aria subisce una compressione (ovvero viene schiacciata verso il basso) e quindi si riscalda ulteriormente.

In sostanza l’effetto è simile a quello di una pentola a pressione.Nei prossimi giorni l’aria già rovente in arrivo dall’Africa posizionerà i suoi massimi di temperature e pressione sulla Francia. Successivamente l’aria scavalcherà i monti riversandosi sulle pianure del Nord e parte dei settori tirrenici, schiacciando l’aria sottostante e facendo dunque aumentare a dismisura le temperature (con lo stesso principio, appunto, di una pentola a pressione).

Sulle regioni del Nord, quelle tirreniche e in Sardegna, a causa della compressione adiabatica e alla presenza di una massa d’aria bollente oltralpe sulla Francia i valori rischiano di diventare davvero eccezionali. Non sono da escludere punte massime ad oltre 40°C specie tra Lombardia, Piemonte e basse pianure di Veneto ed Emilia Romagna.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background