Montezemolo attacca: “Roma da Terzo Mondo”  

Pubblicato da in data 24 Giugno 2019

Montezemolo attacca: Roma da Terzo Mondo

(Fotogramma /Ipa)

Pubblicato il: 25/06/2019 13:12

“Rammarico è dire poco. Oggi è umiliante vedere il degrado da città del Terzo Mondo in cui versa Roma”. E’ il presidente di Italo, Luca Cordero di Montezemolo, a rispondere così a chi gli chiede se, oggi, all’indomani dell’assegnazione a Milano-Cortina delle Olimpiadi invernali del 2026, provi rimpianti per il no della Capitale ai giochi olimpici.

“Sono molto contento per Milano e Cortina per la cui vittoria tutti hanno fatto un lavoro di squadra. Ma, oggi, è umiliante vedere una città come Milano, che peraltro ha già fatto grandi passi grazie all’Expo e non solo all’Expo, che ha lottato e gioito, e vedere come una città ridotta peggio del Terzo Mondo abbia detto di no di fronte al degrado in cui versa. Con i soldi che sarebbero arrivati avremmo avuto meno buche, meno alberi che cadono, meno autobus che si incendiano, meno sporcizia”, ha detto Montezemolo parlando a margine della relazione dell’Art.

“Sono rimasto impressionato dal vedere come Los Angeles e Parigi stiano facendo enormi investimenti. La giusta esultanza del sindaco Sala e dei cittadini di Milano è in contrapposizione – ha continuato – con un no demagogico, sbagliato che è andato contro gli interessi dei cittadini romani e nell’interesse dell’immagine di Roma nel mondo“.

“Ieri – ha aggiunto – ci si è resi conto di aver fatto un errore madornale a causa di posizioni demagogiche. Per questo, parlare di rammarico è dire poco”. Poi, ricordando le dichiarazioni dell’esponente grillino Alessandro Di Battista, che invitava a chiedere al proprio meccanico cosa ne pensasse delle Olimpiadi a Roma, Montezemolo sbotta: “Cosa dice il meccanico di Di Battista? Di Battista chi è? Non so chi sia“.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background