Salvini: “Arrestata nuova eroina del Pd”  

Pubblicato da in data 28 Giugno 2019

Salvini: Arrestata nuova eroina del Pd

(Fotogramma)

Pubblicato il: 29/06/2019 13:17

“E’ stata arrestata la nuova eroina del Pd, una criminale“. Così il ministro dell’Interno, Matteo Salvini durante una diretta Facebook riferendosi alla capitana della Sea Watch Carola Rackete. “Hanno gettato la maschera – ha poi aggiunto il titolare del Viminale riferendosi invece alla Ong – questi sono delinquenti”.

“Arrestata la signorina – ha detto ancora il ministro – che ha detto sono bianca, ricca e tedesca, non so come occupare il mio tempo, cerco di affondare una motovedetta della Guardia di Finanza con degli agenti a bordo. Dicono salviamo vite e hanno rischiato di uccidere esseri umani che stavano facendo il loro lavoro. I video sono evidenti, questi sono delinquenti, una nave di centinaia di tonnellate di stazza ha speronato, schiacciato contro la banchina e danneggiato una motovedetta in vetroresina con dei militari della Guardia di Finanza a bordo che sono stati costretti in parte a scendere in parte a scappare per salvarsi la vita”.

Il leader del Carroccio aveva già attaccato il Partito democratico e quei “parlamentari di sinistra (tra cui un ex ministro) che anziché stare con le Forze dell’Ordine e con l’Italia hanno scelto di schierarsi con una ong tedesca che ha schiacciato una motovedetta delle Fiamme Gialle. I nostri finanzieri erano in grave difficoltà ma i parlamentari di sinistra applaudivano la capitana della Sea Watch”.

Sull’account Twitter dei deputati del Pd è scattta immediata la replica: “2019, Italia, Europa. 42 esseri umani costretti a indicibili sofferenze per 16 giorni su una barca in cerca di un porto sicuro, a pochi metri dall’approdo. Chi si deve vergognare ministro Salvini?”.

“L’unico atto di violenza di questa vicenda è il comportamento del governo, che ha sequestrato per 16 giorni, senza una ragione, dei naufraghi. Il governo ha creato una situazione di sofferenza, tensione e pericolo indescrivibile, che è sfociata nella scelta del capitano della nave di entrare nel porto di Lampedusa. Salvini aveva dichiarato pubblicamente che, in caso di accordo sulla redistribuzione con i Paesi Ue, i migranti a bordo sarebbero scesi in 5 minuti: l’accordo è stato fatto ieri mattina e ieri notte erano ancora tutti a bordo, perché Salvini ha scelto di usare degli essere umani in una situazione di grande sofferenza per una cinica e violenta operazione di propaganda politica”, ha affermato all’Adnkronos il deputato Pd, Matteo Orfini, tra i cinque parlamentari a bordo della Sea Watch. ”Siamo sbarcati alle 5.30, sono sceso dopo che l’ultimo migrante ha toccato terra, come avevamo promesso”, ha aggiunto Orfini che non vuol sentir parlare di assist fornito a Salvini: ”Abbiamo lavorato per portare in un porto sicuro 40 naufraghi che scappavano da un paese in guerra e sono stati sequestrati dal governo italiano. Siamo riusciti a farlo e credo che in questo gesto ci sia il senso di quello che un parlamentare della Repubblica debba fare in questi casi”.

Dal canto suo il vicepremier, sempre su Facebook, ha parlato di “un atto di guerra” che “non può rimanere impunito”. Quello compiuto contro la motovedetta della Guardia di Finanza, ha rimarcato Salvini, è “un atto criminale, un atto di guerra”. “Ho piena fiducia nella magistratura italiana, un atto di violenza, un atto criminale, un atto di guerra come quello che è documentato dalle televisioni di tutto il mondo penso e spero che non possa rimanere impunito, perché non siamo un Paese servo di nessuno. Se, come mi auguro, verrà confermata la galera, ci sarà il processo e la signorina passerà in carcere il suo tempo; altrimenti è già pronto dal ministero dell’Interno un decreto di espulsione per piazzarla sul primo aereo destinazione Berlino”, ha aggiunto il leader del Carroccio. “Si arrestano i criminali -ha ribadito Salvini- se uno sperona e schiaccia contro una banchina di un porto una motovedetta della Guardia di Finanza è un criminale. E’ come se qualcuno stasera guidando o un tir o un pullman avesse l’alt di una pattuglia dei Carabinieri e invece di fermarsi andasse a schiacciare contro il muro dell’autostrada la pattuglia dei Carabinieri. Vi sembra un gesto di resistenza umana? Un gesto di generosità, di solidarietà? Altro che salvare vite, hanno gettato la maschera, questi sono delinquenti”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background