Mafia: Palermo, Morra e Tartaglia a cerimonia anniversario strage Ciaculli  

Pubblicato da in data 29 Giugno 2019

Antimafia, Morra e Tartaglia ricordano strage Ciaculli

Nicola Morra e Roberto Tartaglia

Pubblicato il: 30/06/2019 20:50

Alla presenza del presidente dell’Antimafia, Nicola Morra, e del componente della Commissione nazionale Roberto Tartaglia, sono stati ricordati a Palermo, nel corso di una cerimonia per il 56 anniversario, le vittime dell’attentato mafioso messo a segno con una autobomba nella borgata palermitana di Ciaculli. Nella strage, il 30 giugno del ’63, morirono il tenente dell’Arma Mario Malusa, il maresciallo capo Calogero Vaccaro, il carabiniere Eugenio Altomare, il carabiniere Marino Fardelli, il maresciallo della Polizia Silvio Corrao, il maresciallo dell’Esercito Pasquale Nuccio e il soldato Giorgio Ciacci. A esplodere fu una Giulietta Alfa Romeo imbottita di tritolo e parcheggiata nei pressi dell’abitazione di un parente del boss mafioso Salvatore Greco.

Presenti alla cerimonia i familiari delle vittime, autorità civili e militari, tra cui il Prefetto di Palermo Antonella De Miro; il sindaco Leoluca Orlando; il generale di divisione Giovanni Cataldo, comandante della legione carabinieri; il Questore Renato Cortese; il comandante militare dell’Esercito in Sicilia generale di divisione Claudio Minghetti; il generale di Divisione Riccardo Rapanotti, Comandante della Lesione Sicilia della Guardia di Finanza di Palermo. Dopo la cerimonia, alla presenza del vice-presidente nazionale dell’Unci Leone Zingales, familiari e autorità si sono recati nel giardino della memoria, il parco dedicato a tutti i caduti nella lotta contro la mafia, per un momento di raccoglimento in onore delle vittime della criminalità organizzata.

“Bisogna smettere di rappresentare la mafia come una piovra, bensì dovremmo immaginare il fenomeno come un camaleonte, si mimetizza costantemente per provare ad infiltrare l’economia legale”, ha detto il presidente della commissione Antimafia, Nicola Morra. Che ha anche parlato del ministro dell’Interno Matteo Salvini: “Il ministro Salvini e’ stato convocato poco dopo l’istituzione della Commissione. La lotta alla mafia passa per la collaborazione fra le istituzioni preposte a combatterla, pertanto spero che il ministro venga prima possibile in commissione”. E il sindaco Leoluca Orlando ha detto: “Non bisogna mai dimenticare il sacrificio di coloro che hanno combattuto con coraggio contro la criminalita’ organizzata. La terribile strage di Ciaculli scosse l’opinione pubblica e fu seguita da una denuncia anche da parte dell’allora neo eletto Papa Paolo VI”. “Palermo non dimentica quella strage, come non dimentica di rendere onore con gratitudine a quei militari dell’Arma e dell’Esercito che caddero vittime del dovere”, ha aggiunto.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background