Sardegna ancora al centrodestra  

Pubblicato da in data 30 Giugno 2019

Sardegna ancora al centrodestra

Nanni Campus, nuovo sindaco di Sassari (da Facebook/Nanni Campus)

Pubblicato il: 01/07/2019 10:02

Urne chiuse per i ballottaggi di Sassari e Monserrato: la Sardegna conclude così il ciclo delle elezioni iniziato a gennaio con le suppletive del collegio della Camera a Cagliari. In alcuni casi i sardi si sono recati ai seggi per ben quattro volte negli ultimi sei mesi, in altri, come a Monserrato, per cinque: le elezioni suppletive, poi le regionali del 24 febbraio, le europee e quindi le comunali con ballottaggio.

Se queste comunali dovevano essere un test per il centrodestra, che aveva già conquistato la vittoria alle regionali di febbraio con Christian Solinas eletto presidente, il risultato ha confermato il trend: prima Cagliari e Alghero al primo turno, poi Sassari al secondo, tutte città precedentemente amministrate dal centrosinistra, hanno visto una netta vittoria del centrodestra rispettivamente con Paolo Truzzu, Mario Conoci e Nanni Campus. Quest’ultimo, pur candidato di un progetto civico, rappresenta un elettorato di centrodestra, come testimoniano le sue origini politiche: Campus è stato ex senatore di Forza Italia e Alleanza Nazionale, già sindaco di Sassari con An nel 2000, e consigliere regionale del Popolo delle libertà nel 2009. Anche a Monserrato il candidato sindaco a capo di tre liste civiche, Tomaso Locci, ha sconfitto con l’appoggio del centrodestra la candidata del Partito Democratico e del centrosinistra Valentina Picciau.

I numeri di queste elezioni comunali hanno registrato un drastico astensionismo, con un’affluenza complessiva al primo turno del 55,33%, ed un 41.10% al ballottaggio.

Questa lunga tornata elettorale ha inoltre permesso l’elezione del primo sindaco leghista nell’isola: Titino Cau, al secolo Sebastiano, coordinatore del Carroccio nel Goceano, sarà a capo dell’amministrazione del piccolo centro di Illorai. Anche Golfo Aranci, roccaforte dell’assessore regionale della programmazione Giuseppe Fasolino, si conferma saldamente nelle mani di Forza Italia, con l’elezione di Mario Mulas. Il Pd e il centrosinistra resistono a Sinnai (Ca) con Tarcisio Anedda e a San Gavino (Su) con Carlo Tomasi, mentre crolla il Movimento 5 Stelle: a Cagliari non ha presentato liste e ad Alghero, Sassari e Monserrato non ha raggiunto i ballottaggi.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Leggi altri articoli

Traccia corrente

Titolo

Artista

Background