Morgan: ”Non rompiamo i c.. a Salvini, lasciamo che lavori”  

Pubblicato da in data 2 Luglio 2019

Morgan: ''Non rompiamo i c.. a Salvini, lasciamo che lavori''

(Fotogramma)

Pubblicato il: 03/07/2019 17:21

di Alisa Toaff

Lasciamo lavorare Salvini. Un governo eredita una situazione, magari ha tante buone idee ma non è facile metterle in pratica. Per cui non rompiamo i coglioni a Salvini, lasciamolo lavorare. È stato eletto dal popolo, ha un mandato e segue la sua logica governativa”. Così Marco Castoldi, in arte Morgan, all’Adnkronos commentando la decisione del Gip di Agrigento di non convalidare l’arresto della Comandante della Sea Watch 3, Carola Rackete. ”Salvini in questo momento ha un compito molto gravoso – prosegue il cantautore – non credo che lui volesse arrivare all’arresto di Carola. Non bisognerebbe arrivare a delle misure estreme. Bisogna trovare delle modalità che accontentino tutti a monte. Un ministro degli Interni si dovrebbe occupare di cose edificanti, non punitive”, aggiunge poi. Morgan tiene a sottolineare che ”le cose non nascono dal nulla: ci sono organizzazioni umanitarie, sociali e politiche che organizzano delle navi che vanno a raccogliere in mezzo al mare persone su delle barchette. Perché tutti i governi europei non parlano con queste organizzazioni umanitarie? Perché non capiscono che bisogna evitare disastri organizzando le cose prima che accada il peggio? Bisogna lavorare sulle cause non sui sintomi!”. ”Ci sono della popolazioni sul pianeta terra che come me sono dei ‘senzatetto’ e cercano di trovare un luogo dove possono avere amici -prosegue Morgan- La natura umana li porta a pensare che l’uomo debba essere per forza salvato. Per l’essere umano è normale pensare a un gesto di solidarietà e di comprensione. L’umanità ha bisogno di soccorso”, conclude l’artista.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background