Risate con Salvini e poi l’incontro privato con Silvio  

Pubblicato da in data 4 Luglio 2019

Risate con Salvini e poi l'incontro privato con Silvio

(Foto da Facebook)

Pubblicato il: 05/07/2019 09:38

Gesti di affetto e parole che mostrano intenti condivisi. La visita di Vladimir Putin a Roma è stata al centro dei programmi di tutti i leader politici. Oltre agli incontri ufficiali, dopo il Pontefice, il Presidente Sergio Mattarella e Giuseppe Conte, Putin ha salutato anche Matteo Salvini che si è unito alla cena ufficiale di Villa Madama. Subito il clima si è fatto cordiale e il ministro dell’Interno ha voluto immortalare il momento con una foto che ha poi postato sui social.

Lo scatto ritrae i due leader nel mezzo di una risata, immersi in una conversazione, a cui Salvini ha aggiunto il commento “Al lavoro!“, affiancato dalla bandiera russa e quella italiana. Quasi a sottolineare la funzione mediatrice dell’Italia nei rapporti, ancora caldi, tra Russia e Ue. “Putin è uno dei personaggi che lascerà traccia nella storia – scrive più tardi Salvini su Twitter, ospite del programma Fuori dal Coro – Abbiamo parlato di identità, radici e di popoli“.

L’ultimo saluto prima di ripartire, però, il Presidente russo lo riserva a un amico di vecchia data, Silvio Berlusconi. L’incontro è in aeroporto, a porte chiuse, e suggella un sodalizio personale oltre che politico. Berlusconi non racconta subito del meeting, ma più tardi condivide su Facebook la citazione di un’intervista in cui Putin parla di lui. “Per quanto riguarda Berlusconi ci legano rapporti di amicizia pluriennali – si legge nel post condiviso dal leader di Forza Italia – Silvio è un politico di statura mondiale, che propugna fermamente gli interessi del suo Paese nell’arena internazionale”.

“Il presidente Berlusconi – si legge sul comunicato di Forza Italia – ha sottolineato l’impegno di Forza Italia per superare l’ingiusto ed inefficace meccanismo delle sanzioni contro la Russia, un impegno che trova consensi crescenti nel nostro Paese e in Europa. La Russia, ha ricordato Berlusconi, è per storia, per vocazione, per interessi strategici parte integrante dell’Europa e del mondo libero. Ogni ostacolo che si frapponga a questo cordiale rapporto va rimosso in termini concordati e negoziali”.

“Da parte sua il presidente Putin ha posto l’accento sulla cordialità dei rapporti che legano la Russia all’Italia e sulle grandi aspettative per l’importante ruolo che il Presidente Berlusconi potrà svolgere in Europa per favorire il superamento dei contrasti e una efficace collaborazione strategica fra Russia e Ue”, conclude il partito azzurro.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background