EY manufacturing Lab 2019, innovazione in primo piano 

Pubblicato da in data 7 Luglio 2019

EY manufacturing Lab 2019, innovazione in primo piano

Pubblicato il: 08/07/2019 12:22

Giunta alla seconda edizione, l’iniziativa territoriale diEY a Milano, realizzata in collaborazione con Ibm, ha l’obiettivo di coinvolgere imprenditori e amministratori delegati, tramite un format innovativo, per discutere e confrontarsi su temi legati alla trasformazione digitale e all’innovazione. Nasce con lo scopo di contribuire allo sviluppo della cultura digitale nel Paese e agevolare l’evoluzione della filiera italiana verso una versione 4.0, favorendo il dialogo tra gli stakeholder al fine di accelerare il percorso di trasformazione digitale delle aziende e incrementarne la competitività sui mercati globali.

Il progetto prevede un percorso composto da 5 incontri territoriali, ai quali ha partecipato un gruppo selezionato di imprenditori, amministratori delegati ed esponenti di aziende del settore manifatturiero, e terminerà con un evento conclusivo, che si terrà l’11 luglio a Milano e offrirà la possibilità di toccare con mano best practice italiane in ambito tecnologico e innovativo.

Attraverso workshop altamente interattivi, l’iniziativa ha offerto un’opportunità di confronto e raccolta di esperienza tra i partecipanti, dove hanno scoperto le smart factory più all’avanguardia, conosciuto le più avanzate tecnologie e i relativi ambiti di applicazione nei processi produttivi; hanno visitato i competence center più innovativi, lasciandosi ispirare e contaminare da progetti di ricerca e innovazione; entrando in contatto con uno tra i più efficaci acceleratori di crescita di start-up, e interagendo con giovani brillanti che hanno dato vita ad alcune realtà imprenditoriali innovative. Durante gli incontri i partecipanti hanno conosciuto alcune case history di successo del settore manifatturiero italiano e approfondito in maniera interattiva i temi della smart factory, dell’ecosistema interno ed esterno all’azienda e delle digital capabilities.

Il prossimo 11 luglio, quindi, esponenti del mondo imprenditoriale, accademico e istituzionale si confronteranno sulle aree di maggiore cambiamento del settore manifatturiero: la smart factory, l’ecosistema interno ed esterno alla fabbrica e le digital capabilities. Durante l’incontro sarà presentata una sintesi di quanto emerso durante le precedenti 5 tappe territoriali che hanno coinvolto in tutto oltre 200 aziende. L’evento sarà l’occasione per presentare, inoltre, l’Ey digital manufacturing maturity index 2019, l’indagine Ey sullo stato di digitalizzazione delle aziende manifatturiere italiane, frutto di un’analisi su 450 C-Suite nel corso di 9 diversi workshops verticali effettuati negli ultimi 16 mesi.

Tra i relatori presenti: Donato Iacovone, amministratore delegato di Ey in Italia; Andrea Bianchi, direttore politiche industriali Confindustria; Marco Mignani, Med diversified industrial products leader di Ey; Roberto de Miranda, membro comitato esecutivo Ori Martin; Mauro Gallavotti, ceo Celli; David Posniak, direttore della produzione Santoni, Gruppo Lonati; Laura Rocchitelli, presidente e amministratore delegato Rold; Alessandro Trivillin, ceo Danieli & C.; Andrea Nuzzi, head of corporate and financial institutions Cassa depositi e prestiti.

E, inoltre: Giorgio Pastorelli, co-founder and head of origination Xenon Private Equity; Paolo Scudieri, presidente Adler Pelzer Group; Sergio Bertolucci, presidente del comitato di indirizzo competence center Bi-Rex; Olivier Germain, director automation & digital systems Tetra Pak; Simonetta Iarlori, chief people, organization & transformation officer Leonardo; Massimo Ippolito, head of digital innovation & infrastructures Comau; Stefano Rebattoni, general manager global technology services Ibm Italia.


Opinioni dei lettori
  1. comprar viagra   On   2 Ottobre 2019 at 21:30

    Hay muchas formas diferentes de practicar la meditación, así que pruebe algunas opciones para ver qué funciona mejor para usted. La alternativa es la utilización de alprostadilo por vía uretral, el cual tiene resultados aceptables. Una lesión en el pene, la columna vertebral, la próstata, la vejiga y la pelvis puede llevar a DE, produciendo lesión en los nervios, músculos lisos, arterias y tejidos fibrosos de los cuerpos cavernosos. Y para estar excitado el hombre tiene que estar centrado en sus fantasías sexuales y/o recibir la estimulación física necesaria.

  2. comprar cialis genérico   On   10 Agosto 2019 at 09:00

    Colocar un anillo alrededor de la base del pene entonces ayuda a mantener la erección. Cuando hay un orgasmo o cuando el estímulo para la erección acaba, el cuerpo cavernoso se vacía, el pene vuelve a quedar flácido.

  3. viagra españa   On   9 Agosto 2019 at 13:32

    En estos casos, el pene no presenta ninguna alteración física, sin embargo, enfermedades como la ansiedad (provocada con frecuencia por el miedo a no conseguir una erección o a defraudar a la mujer), la depresión, los problemas con la pareja e incluso el estrés pueden afectar al acto sexual. La fatiga, la inapetencia, la falta de ejercicio, el insomnio o un fracaso laboral también desequilibran los reflejos sexuales.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background