Trump ‘chiude’ con l’ambasciatore Gb  

Pubblicato da in data 7 Luglio 2019

Trump 'chiude' con l'ambasciatore Gb

(Foto Afp)

Pubblicato il: 08/07/2019 22:02

Non tratteremo più con lui”. Con un tweet al vetriolo, Donald Trump dichiara di non volere più aver nulla a che fare con l’ambasciatore britannico Kim Darroch che in documenti riservati pubblicati dai media lo ha definito “goffo” e “inetto”. Il presidente americano non risparmia stilettate alla premier britannica uscente Theresa May, che oggi ha rinnovato la sua fiducia al diplomatico, aggiungendo di non vedere l’ora che ci sia un nuovo capo del governo.

“Sono stato molto critico del modo in cui il Regno Unito e il primo ministro Theresa May hanno gestito la Brexit – ha twittato Trump – Che pasticcio hanno fatto lei e i suoi rappresentanti. Io le ho detto come doveva fare, ma lei ha scelto di fare altrimenti. Non conosco l’Ambasciatore, ma non è apprezzato negli Stati Uniti. Non tratteremo più con lui. La buona notizia per il meraviglioso Regno Unito è che presto avremo un nuovo Primo ministro. Ho veramente apprezzato la meravigliosa visita di Stato del mese scorso, ed è stata la Regina che mi ha colpito di più”.

L’amministrazione Trump “è molto efficace” e le parole dell’ambasciatore britannico a Washington sono frutto di un suo “punta di vista personale”, ha affermato il ministro degli Esteri britannico Jeremy Hunt aggiungendo: “Ci sono 13mila persone che lavorano per il Foreign office estremamente brillanti, capaci e devote – ha sottolineato il capo della diplomazia britannica in una conferenza stampa – E li paghiamo perché ci diano valutazioni franche sulla situazione nei Paesi in cui servono, che è quello che il nostro ambasciatore a Washington sta facendo. Ma è un suo punto di vista personale”. Secondo Hunt, “in questo edificio ci saranno molte persone che non concordano con quel suo punto di vista. E io stesso non sono d’accordo con alcune delle opinioni che abbiamo visto in quei memo”. “Ho detto – ha concluso il ministro degli Esteri – che penso che l’amministrazione sia molto efficace e noi abbiamo la relazione più forte ed una partnership basata sulla condivisione di valori comuni”.

Nel frattempo il governo britannico ha annunciato di voler aprire un’inchiesta formale sulla fuga di memo riservati risalenti al 2017 e contenenti i giudizi di Darroch sull’amministrazione Trump. “Ora si procederà all’avvio di un’inchiesta formale sulla fuga di memo”, ha reso noto un portavoce del Foreign Office parlando con la Dpa con riferimento alla pubblicazione del materiale da parte della stampa.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background