Anche all’estero la carta di credito sotto l’ombrellone conviene  

Pubblicato da in data 8 Luglio 2019

Anche all'estero la carta di credito sotto l'ombrellone conviene

Carta di credito all’estero per ‘pagare’ senza pensieri

Pubblicato il: 09/07/2019 16:48

Carte di credito: un modo di pagare in modo sicuro e facile anche all’estero. Soprattutto in vacanza senza avere il peso del portafogli o l’angoscia di assegni in bianco, si possono prelevare contanti con la carta di credito presso gli sportelli automatici, in Italia e all’estero, che espongono i marchi Visa e Mastercard. Il prelievo si può effettuare utilizzando il codice pin, presso gli sportelli automatici (atm).

Semplice da utilizzare, conveniente e sicura, c’è la Nexi Debit, la carta di debito internazionale più evoluta sul mercato, perché parte dalle proprie esigenze. Innanzitutto consente il pieno controllo delle spese con l’addebito diretto sul conto corrente delle spese e dei prelievi di contante. Al controllo unisce la comodità di poter avere un’unica carta per fare acquisti, anche online, e prelevare, non solo in Italia, ma in tutto il mondo grazie ai circuiti internazionali Visa e Mastercard.

Come tutte le carte Nexi di ultima generazione anche Nexi Debit consente di pagare con un solo gesto grazie al contactless, in modo da rendere ancora più veloce il pagamento in cassa. La carta Nexi Debit consente di attivare dall’area personale clienti privati e dall’app Nexi Pay, numerosi servizi gratuiti per il controllo, la sicurezza e la protezione degli acquisti (notifiche in app o servizio sms di sicurezza – avviso movimenti e 3d secure). Nexi Debit, inoltre, offre assistenza continua, grazie a un servizio clienti multicanale. Ogni spesa viene addebitata al momento dell’acquisto, direttamente in conto corrente.

In realtà è proprio il contante ad essere esposto ai maggior pericoli, primi fra tutti quelli di smarrimento o furto. La carta di credito e lo smartphone dotato della app di pagamento offrono, invece, maggiori garanzie di sicurezza e anche una serie di tutele che assicurano il turista contro inconvenienti che possono capitare nel corso della vacanza. La carta di credito, scelta da 15 milioni di italiani quando sono in vacanza, all’estero o in Italia, è una compagna di viaggio ideale. Attenzione però: prima di partire bisogna consultare la banca perché non tutte le carte attive in Italia possono essere usate all’estero e, inoltre, alcune possono essere abilitate, ma con limitazioni.

Con un occhio al risparmio, occorre scegliere con attenzione se usare carte di credito o il bancomat. Con entrambi, infatti, è possibile pagare e prelevare contante anche all’estero ma per il prelievo le commissioni applicate variano notevolmente; per la carta di credito si aggirano in media intorno al 4%, per il bancomat sono pari a circa il 2%. Niente costi aggiuntivi per lo shopping invece: anzi, negli Usa per gli acquisti effettuati con carta di credito italiana (e a richiesta dopo esibizione di passaporto), viene addirittura praticato uno sconto. Ricordate di chiederlo al momento del pagamento in cassa. Utilizzare all’estero la carta per acquisti in valuta locale consente spesso di ottenere anche un tasso di cambio più vantaggioso rispetto a quelli offerti dagli uffici di cambio. Un buon motivo per cambiare la minore quantità di valuta possibile.

I pagamenti digitali sono ormai molto diffusi ed accettati in tutto il mondo. E la carta di credito usata in viaggio naturalmente mantiene i suoi benefici ‘tradizionali’: copertura assicurativa contro le frodi e servizio di bloccaggio della carta di credito attraverso un numero verde dedicato; servizio di ricarica cellulare attraverso una semplice telefonata; accumulo dei punti sulla carta fedeltà.

Può però capitare di smarrire la carta o che questa ci viene rubata. Anche in questo caso, niente paura: basta una telefonata al numero verde per ricevere assistenza, attiva 24 ore su 24. In caso di emergenza, può anche essere inviata una carta temporanea, senza costi aggiuntivi. E al massimo della sfortuna, ci si può anche ammalare in vacanza: qualora capitasse è ben sapere che alcune carte comprendono una polizza con assistenza all’estero 24 ore su 24, 7 giorni su 7, in caso di necessità di cure mediche o ricovero ospedaliero. Previsto anche l’aiuto, qualora ci si trovi in difficoltà, per la trasmissione di messaggi urgenti a parenti o amici.

C’è anche un aspetto importante legato alla preferenza per l’uso della carta di credito all’estero. Ed è il fattore ‘controllo delle spese’. Intanto la piattaforma della carta di credito avvisa in tempo reale e con un sms, leggibile in tutto il mondo, di ogni spesa eseguita con la carta. Un riscontro certo di quello che si spende. C’è poi anche un risvolto psicologico. Dicono gli esperti, infatti che avere 500 euro ‘fisici’ in tasca induce a spenderli più rapidamente e rende le uscite meno controllabili, mentre se si usano bancomat o altri pagamenti, anche grazie ai sistemi che oramai tutti i gruppi bancari hanno istituito in aiuto del correntista, dagli sms al controllo da remoto dei propri movimenti, è più semplice e preciso tenere sott’occhio le spese e il budget mensile. Insomma, addio vecchi rotoli di cartamoneta. Ora viaggiare leggeri e sicuri si può.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background